fbpx

    Il compositore Hans Zimmer torna in Italia nel 2021

    Fotografia: Ansa Foto
    Il produttore di alcune colonne sonore di film da Oscar sarà in concerto con un’orchestra il 17 e 18 marzo a Bologna e a Milano

    Hans Zimmer è uno dei più famosi produttori al mondo, conosciuto per aver prodotto – negli ultimi trent’anni- le colonne sonore di film che hanno fatto la storia del cinema contemporaneo, da “Rain Man – L’uomo della pioggia” di Barry Levinson a “Dunkirk” di Christopher Nolan, passando per “Il re leone“, “Il gladiatore“, “Pearl Harbor“, “The ring”, “L’ultimo samurai“, “Batman begins“, “Pirati dei Caraibi“, “Inception” e “Interstellar“.

    Sarà in Italia con la sua band – ed accompagnato da un’orchestra – in occasione del The New Esperience Europe Tour, proponendo le colonne sonore più segnanti della sua carriera. Hans sarà il 17 marzo all’Unipol Arena di Bologna e il 18 marzo al Mediolanum Forum di Milano.

    Il compositore tedesco, tra i più ricercati nella scena hollywoodiana, vanta una lunga lista di riconoscimenti. Inizia la sua carriera nei primi anni ’80 a Francoforte, paese di origine, suonando pianoforte, tastiere e sintetizzatori.

    Nel 1995 vince un Premio Oscar nella categoria Miglior colonna sonora per Il re leone, della Disney, due Golden Globes, il primo sempre per Il re Leone, il secondo per la Miglior colonna sonora per Il Gladiatore (2001), quattro Grammy Awards e tre Brit Awards. Si aggiungono un numero considerevole di candidature per le colonne sonore di Inception di Christopher Nolan, Sherlock Holmes, Rain Man, Qualcosa è cambiato, La sottile linea rossa e Il principe d’Egitto – film d’animazione della DreamWorks. L’artista ottiene anche una stella a suo nome sulla Hollywood Walk of Fame nel dicembre del 2010.

    Oltre al cinema, l’artista ha contribuito a numerosi festival di musica elettronica – nel 2014 firma l’inno ufficiale del Tomorrowland – oltre a partecipare alla composizione del tema ufficiale per la FIFA nei Mondiali di Calcio Russia 2018.

    Uno stile caratterizzato da temi epici, reso eroico con l’utilizzo di ottoni e archi, accompagnati da inconfondibili cori e dall’aggiunta di effetti elettronici.

    L’attesa è ancora lunga ma aspettatevi uno spettacolo che avrà sicuramente dell’incredibile.