fbpx

    I The Lumineers tornano a illuminare l’Italia

    Fotografia: ANSA Foto
    La band americana che sta spopolando in tutto il globo ha aggiunto due nuove date al suo tour mondiale. I The Lumineers tornano in Italia per presentare il loro terzo album in studio. 

     

    L’ultima volta che questi ragazzi sono passati nel nostro Paese hanno registrato il sold out ben sei mesi prima della loro performance all’Alcatraz di Milano, lo scorso 4 novembre.

    Questo dovrebbe dare l’idea di quanto i The Lumineers siano apprezzati e seguiti oggi a livello globale.

    Sono passati più di sette anni dal loro omonimo disco di debutto, nominato ai Grammy Awards come Best New Artist” e “Best Americana Album” e rimasto per 46 settimane alla seconda posizione della celebre classifica Billboard 200.

    Proprio in “The Lumineers” del 2012 era presente Ho Hey, la traccia che li consacrò alla popolarità ed al successo internazionali.

    Il singolo è rimasto per ben 62 settimane in terza posizione nella Billboard Hot 100, raggiungendo oltre 142 milioni di visualizzazioni su YouTube.

    Il loro secondo album in studio, “Cleopatra” – uscito ormai tre anni fa – è valso loro l’ambito traguardo del Disco di Platino.

     

    III 

    Il 13 settembre scorso i The Lumineers ed il loro sound folk moderno, profondo e coinvolgente, sono tornati sulla scena musicale con il terzo lavoro in studio: l’album intitolato appunto III.

    Il titolo, oltre che riferirsi al numero degli album prodotti dal gruppo, fa rifermento ai capitoli in cui è diviso; ognuno dei quali incentrato su un diverso personaggio della famiglia immaginaria degli Sparks.

    III parla del problema della dipendenza e di come questa piaga abbia influenzato le vite dei fondatori della band: Wesley Schultz (chitarra e voce) e Jeremiah Fraites (batteria).

    Il fratello di Fraites, nonché migliore amico di Shultz, infatti, è morto di overdose da farmaci all’età di 19 anni, lasciando un enorme vuoto nelle vite di entrambi.

    Questo nuovo album è un artefatto pregno non solo di una grande e piacevolissima tecnica musicale, ma anche ricco di messaggi, di valori e di un sincero e convinto impegno sociale.

    La musica è anche questo, d’altronde.

    E fortunatamente pare esserci ancora qualcuno che ce lo ricorda.

     

    Le date italiane

    Questa mattina è stata una sorpresa per tutti quei fan italiani dei The Lumineers che non sono riusciti a prendere un biglietto per l’Alcatraz a novembre.

    La pagina Instagram ufficiale del festival capitolino Rock in Roma ha riacceso le loro speranze, pubblicando questa foto:

     

    Dunque, oltre alla data già confermata da tempo che vedrà i The Lumineers esibirsi all’Arena di Verona il prossimo 12 luglio 2020, abbiamo due nuove date:

    • Domenica 5 luglio 2020 – Roma, Auditorium Parco della Musica (ROCK IN ROMA 2020):

    Biglietti in vendita dalle 11:00 di lunedì 2 dicembre, su questo link

    Parterre: € 40,00

    Tribuna centrale: € 60,00

    Tribuna mediana: € 50,00

    Tribuna laterale: € 38,00

    Tribuna alta: € 30,00

     

    • Lunedì 6 Luglio 2020 – Torino, OGR (Officine Grandi Riparazioni)

    Biglietti in vendita dalle 11:00 di lunedì 2 dicembre, su questo link

    Biglietto: € 35,00

     

    Ora non ci resta altro che aspettare e farci trovare pronti per non rischiare di perdere (ancora una volta magari) il concerto di uno dei migliori gruppi del panorama internazionale contemporaneo.

    Nell’attesa, ecco un assaggio: