fbpx

    Grandeur e stampe multicolor, Accademia Costume & Moda

     
    Sono sempre lunghi e veramente sentiti gli applausi del pubblico alla fine del graduate fashion show di Accademia Costume & Moda, la famosa scuola di moda romana tra le prime al mondo secondo il BoF Ranking.

    Perché i ragazzi e le ragazze che presentano per la prima volta le loro collezioni sono davvero dei grandi talenti e sembrano già dei professionisti. Oggi, nel “Talents 2020” abbiamo visto in passerella le creazioni di 18 giovani, capsule collection di abbigliamento uomo e donna e tanti accessori, da sempre fiore all’occhiello della scuola. Veri e propri capolavori che prendono ispirazione dai temi più diversi e che si caratterizzano per la assoluta cura dei dettagli, dei materiali e dello styling.

    Come ogni anno una giuria di professionisti del settore, dalla giornalista Hilary Alexander a Silvia Venturini Fendi, Presidente di Altaroma ha premiato tra due giovani designer, una per la categoria accessori e una per l’abbigliamento.

    Eva Bureau, che si è aggiudicata anche il Premio Pitti Tutorship, ha presentato una collezione di abbigliamento unisex caratterizzata dalle stampe quasi cosmiche e dai riflessi metallici, assolutamente contemporanei. Per gli accessori invece ha vinto Alessia Di Seclì, che ha abbinato rigide pettorine in cuoio a secchielli decorati da anelli in crochet di pelle.

    Da segnalare anche i volumi esagerati realizzati in tulle ispirati al passaggio tra adolescenza ed età matura di Elena D’Amico e le lavorazioni tessili raffinate e moderne di Benedetta Cidonio, che sfuma i tessuti e li valorizza con dettagli in gel.