fbpx

    Google/YouTube: guerra alla pirateria un… affare

    Fotografia: Lotta alla pirateria su Google e YouTube recupera soldi per industria musicale (Shutterstock)

    La lotta a contenuti violenti, inadatti ai giovani, o che violano i diritti d’autore non sono solo una battaglia dei principali social network.

    Google ha rimosso dal suo motore di ricerca 3 miliardi di indirizzi web per violazione del copyright, a partire dal momento in cui ha messo a disposizione dei detentori dei diritti e dei loro agenti lo strumento che permette di fare segnalazioni. In questa lotta alla pirateria, sono stati bloccati 10mln di annunci sospettati di violazione del copyright o perché rimandavano a siti che violavano il diritto d’autore.

    Ovviamente, in questa attività non poteva non essere coinvolto YouTube che, da ottobre 2017 a settembre 2018, ha pagato all’industria musicale 1,8 miliardi di dollari, calcolando i soli introiti pubblicitari. Il dato emerge dall’edizione 2018 del rapporto di Google sulla pirateria. Stando al documento “How Google Fights Piracy”, YouTube ha pagato più di 3 miliardi di dollari ai titolari dei diritti che hanno monetizzato l’utilizzo dei loro contenuti in altri video tramite “Content ID”, lo strumento per la gestione dei diritti.

    Potrebbe piacerti anche

    Wired Next Fest 2018: il presente al centro, non il futuro

    Attesi anche Casaleggio, Boldrini, Cracco ed il “biografo dei geni” Issacson tra i 175 ....

    “Mosca iPhone Day”: posti in fila venduti a 6000€

    Tende, gente accampata per la strada, persone da 4 giorni nei sacchi a pelo ....

    Sicurezza informatica: 5 consigli per le vacanze

    Una volta la preoccupazione maggiore delle ferie erano i furti nelle abitazioni. I tempi ....