fbpx

    Gli inesauribili anni Settanta

    Fotografia: Ansa

    Gli anni Settanta per la moda sono una fonte continua ed inesauribile di idee e, nelle collezioni P/E 2020, la tendenza predominante è ancora lo stile derivato dagli Hippie: il Boho Chic.

    La celebrazione dello stile bohèmien è divenuto nel tempo un modo per interpretare la moda e l’arredamento arrivando ad oggi ad una sua rivisitazione in chiave più raffinata ed elegante. Quindi, via libera a frange, lavorazioni crochet, magline lurex, ricami dorati, tessuti jacquard e abiti stampati come abbiamo visto con Yves Saint Laurent e che ricordano molto quella ricerca dell’abito come campo pittorico e scultoreo che divenne emblematica nella moda della metà degli anni ’70.

    Particolare attenzione viene data anche agli accessori, ora più che mai diventati un fondamentale dettaglio di stile. Ritroviamo gli occhiali maxi con lenti sfumate che ci ricordano le grandi dive del cinema come Monica Vitti e quelli tondi simbolo dello stile Boho; i bracciali rigidi e gli amuleti tibetani come quelli proposti in passerella da Mariagrazia Chiuri.

    Quindi abiti e accessori si arricchiscono di stampe e dettagli che rimandano ai pattern tipici degli anni ‘70.

    Ed in questo revival stilistico di colori e fantasie anche la moda uomo viene investita degli elementi tipici dei Seventis.L’abito resta tra i capisaldi del guardaroba maschile nel quale dominano le componenti retrò come i grandi revers a lancia ed i pantaloni con piega sopra la caviglia (da indossare, Gucci docet, rigorosamente con mocassini con morsetto!) o le giacche a doppio petto come visto nelle sfilate di Versace e Louis Vuitton.

    Anche quest’anno gli appassionati di moda avranno l’imbarazzo della scelta nell’acquisto dei capi estivi ed i nostalgici potranno ritirare fuori qualche pezzo vintage dall’armadio dei genitori o dei nonni, e dargli nuova vita!!