fbpx

    Giovanni Malagò nuovo membro del Cio

    Fotografia: Giovanni Malagò (ANSA)

    Il Comitato olimpico internazionale ha eletto, nel corso di una riunione a Buenos Aires, nove nuovi membri, cinque a titolo individuale, due come rappresentanti di Comitati nazionali e due di Federazioni sportive nazionali.

    Per le Federazioni nazionali, sono entrati nel Cio Andrew Parson, leader del movimento internazionale paralimpico, 71 voti e Morinari Watanabe, presidente della Federazione giapponese di ginnastica, con 76. In rappresentanza dei Comitati olimpici, sono  stati eletti William Frederick Blick, presidente del Comitato olimpico dell’Uganda, con 68 voti, e il principe Jigel Ugyen Wangchuck, presidente del Comitato olimpico del Bhutan, con 70.

    I cinque membri eletti a titolo individuale sono: Giovanni Malagò, presidente del Coni, con 66 voti; Samira Asghari, capitano nazionale basket dell’Afghanistan, con 69; Daina Gudzineviciute, presidentessa del Comitato olimpico lituano, con 70; Camilo Perez Lopez Moreira, Presidente del Comitato Olimpico del Paraguay, con 67; Felicité Rweamarika, vicepresidente del Comitato Olimpico del Rwanda.

    Malagò è il ventiduesimo italiano della storia ad entrare nel prestigioso consesso a cinque cerchi, il 16/o a titolo individuale. Era da 24 anni che l’Italia non vedeva eleggere un membro del Cio a titolo individuale, vale a dire indipendentemente dalla carica ricoperta. L’ultimo era stato Mario Pescante che, proprio in questa Sessione, lascia la parte attiva per raggiunti limiti d’età e diventa membro onorario. Con l’uscita di Pescante e l’ingresso di Malagò i membri italiani del Cio restano tre: insieme al presidente del Coni ci sono infatti Franco Carraro e Ivo Ferriani.