fbpx

    Giornata mondiale sport: a ogni età un’attività fisica

    Fotografia: Tanti sport per tutte le età (Shutterstock)

    A ciascuno il suo, specialmente quando si tratta di sport. La Siot, Società italiana di Ortopedia e Traumatologia, in vista della Giornata mondiale dello sport del 6 aprile, ha anticipato alcuni suggerimenti su quali attività fisiche andrebbero praticate a seconda dell’età.

    Volley, nuoto, ginnastica, calcio, pallacanestro e corsa sarebbero le più indicate per i bambini, al fine di favorire il coordinamento motorio e uno sviluppo simmetrico; gli adulti, invece, dovrebbero puntare su ciclismo, tennis e corsa, mentre gli anziani dovrebbero curare l’elasticità del corpo senza esagerare con i pesi.

    Noi ortopedici – spiega il professor Francesco Falez, presidente Siotdobbiamo indirizzare chi è in accrescimento anche verso uno sviluppo armonico. Man mano che la persona cresce, i benefici dello sport non sono solo osseo-articolari ma anche sistemici: aumenta le endorfine, accresce lo stato di benessere e migliora tutti gli altri apparati. Nella tarda età diventa fondamentale perché lo scheletro, e ovviamente l’osteoporosi, sono direttamente correlate ad un’attività più o meno intensa“. “In un adulto – aggiunge – basta praticare attività fisica due volte a settimana; tre volte a settimana vanno bene per un adolescente, mentre per una persona anziana è sufficiente una volta“.