Furti d’auto: suv nel mirino dei ladri

    Fotografia: Ladri d'auto sempre più specializzati (Shutterstock)

    Il terrore di ogni possessore di auto è il furto della propria vettura, un fenomeno che negli ultimi anni ha registrato un leggero calo ma che nemmeno gli antifurti più sofisticati riescono ad arginare.

    Ogni giorno sulle nostre strade vengono rubate 274 vetture e di queste ben 164 spariscono nel nulla. Nel 2017 i furti sono stati di poco inferiori ai 100.000 mentre i recuperi si sono attestati a un 40%.

    Si tratta di un vero e proprio giro d’affari, quello legato ai furti d’auto, che vede coinvolti ladri sempre più hi-tech e specializzati. Nel mirino del malviventi soprattutto i suv i cui furti, in controtendenza con il dato generale, sono cresciuti di oltre l’8% rispetto al 2016. Per questi veicoli le regioni più a rischio sono Lazio, Lombardia e Puglia, mentre i modelli più ricercati sono Nissan Qashqai, Kia Sportage e Range Rover.

    È questo lo scenario che emerge dal dossier ‘L’evoluzione dei furti d’auto: emergenza suv’, elaborato da LoJack Italia, la società americana parte del colosso della telematica CalAmp e leader nel rilevamento e recupero di beni rubati. Nel dettaglio, negli anni passati le mire dei malviventi si concentravano sulle utilitarie più vendute (Panda, Punto e 500), oggi l’attenzione si sposta sui suv, sottratti su commissione per poi riconvertirli con telaio, documenti e targa contraffatti. Cambiano anche le tecniche di sottrazione con i ladri che diventano sempre più specializzati grazie all’impiego di dispositivi hi-tech che consentono di violare il veicolo e metterlo in moto in pochi secondi, senza danneggiarlo.

     

    Potrebbe piacerti anche

    Veleziana: tanti big e una regata storica

    Cresce l’attesa per l’ XI edizione della Veleziana, classico appuntamento autunnale di vela d’altura che si ....

    Subaru punta su Ascent per il mercato nordamericano

      Subaru Corporation ha iniziato la produzione della Ascent – nuovissimo SUV, a tre ....

    Rosberg: “Fusione fra F1 e FE? Forse”

    La mobilità a emissioni zero non è solo un tema caro alle grandi case ....