fbpx

    “Frida. Viva la Vida”, arriva il film su Frida Kahlo

     

    Il film sarà presentato in anteprima al 37° Torino Film Festival – Sezione Festa Mobile e arriverà nelle sale italiane solo il 25, 26 e 27 novembre

    Tutti abbiamo presente l’artista messicana, ognuno di noi ha in mente le sopracciglia della pittrice, marchio di fabbrica che molto lascia intuire sulla sua personalità. Non tutti però conoscono la storia della sua vita, una storia segnata da eventi tragici, dal tremendo dolore fisico, dalla difficile storia d’amore con Diego Riveira e dei suoi molti amanti (tra cui Trotsky), dalla fama che la travolse.

    Così “FRIDA. VIVA LA VIDA” è un documentario che cerca di raccontare l’artista a tutto tondo, cercando di cogliere gli aspetti più controversi della sua vita, utilizzando i molti documenti autobiografici lasciati dalla pittrice messicana.

    A sei anni colpita dalla poliomielite, a18 anni vittima di un tragico incidente stradale che la lascerà invalida, Frida Kahlo ha sofferto per tutta la vita. Dopo l’incidente fu costretta a letto per un periodo lunghissimo, durante il quale inizierà a dipingere (ecco perché dipinse così tanti autoritratti). Insieme alla pittura, iniziò a tenere un diario che non abbandonò più per tutta la vita, nel quale sono racchiusi i pensieri più profondi dell’artista.

    Per mezzo di quadri, diari, lettere e confessioni, il nuovo documentario, diviso in sei capitoli, è un viaggio alla ricerca di Frida Kahlo in Messico. Ricerca che, grazie a questi documenti lasciati dall’artista, è come guidata da lei stessa, mano invisibile che ci indica dove cercare, cosa vuole comunicare.

    Il volto che ci conduce all’interno del mondo di Frida è quello di Asia Argento, prodotto da Ballandi Arts e Nexo Digital in collaborazione con Sky Arte, con la regia di Giovanni Troilo.

    Un’ottima occasione per conoscere più a fondo il mondo di questa icona pop e femminista, troppo spesso citata a sproposito.