fbpx

    Formula E: Mahindra punta a ruolo di protagonista

    Fotografia: La nuova Mahindra M5Electro in azione

    Mahindra Racing è una delle dieci squadre fondatrici del Campionato FIA Formula E (alla quinta edizione), l’unica battente bandiera indiana.

    Dei due nuovi piloti messi sotto contratto, solo Jérôme D’ambrosio, vincitore di due E-Prix, piloterà la nuova M5Electro in Arabia per la prima corsa della nuova stagione, in programma sabato prossimo. Pascal Wehrlein potrà iniziare la sua avventura con il team a partire dall’E-Prix del Marocco, il prossimo gennaio.

    Al posto del driver tedesco, a Riad correrà lo svedese Felix Rosenqvist, portacolori Mahindra nelle ultime due annate e artefice dei tre successi ottenuti dalla Casa indiana, il cui impegno primario nel 2019 sarà la serie Indycar.

    Forte dei risultati ottenuti finora (tre vittorie, dodici podi e sei pole position) l’obiettivo dichiarato del team è quello di salire stabilmente sul podio con un occhio alla vittoria finale.

    I test di pre-campionato hanno rivelato che la macchina è competitiva; dal momento che per tutti i piloti si stratta di un circuito inedito, sarà molto importante scegliere l’assetto giusto per qualificarsi bene e partire davanti al gruppo.

    Domenica 16 dicembre, giorno successivo la disputa dell’E-Prix, si svolgerà sempre sul circuito di Riad una sessione di prove, alla quale parteciperanno anche altri piloti e collaudatori. Tra loro scenderanno in pista ben otto donne, tra le quali al volante della Mahindra M5Electro, Katherine Legge. Di nazionalità inglese, ha corso nelle principali categorie del motorsport e ha già disputato due gare in Formula E nella stagione inaugurale 2014-15. Si è sempre rivelata molto veloce e il suo palmares comprende diverse vittorie e piazzamenti sul podio. Il suo contributo sarà utile per perfezionare lo sviluppo della monoposto.