fbpx

    Festa del Cinema di Roma, tre giorni di pre-aperture

    Fotografia: john turturro con audrey tautou e bobby cannavale in "the jesus rolls" (festa del cinema di roma); sotto elio germano e silvia d'amico ne "luomo senza gravita'" (©iacovelli zayed)

    Con un occhio al decentramento e alla diffusione metropolitana e l’altro occhio alla dilatazione strategica del programma, dal 14 al 16 ottobre tornano le preaperture della Festa del Cinema di Roma che si svolgeranno presso la Casa del Cinema, il Teatro dell’Opera e il Multisala Barberini.

    Il primo appuntamento si terrà lunedì 14 alle ore 20 presso il Multisala Barberini con la proiezione de L’uomo senza gravità di Marco Bonfanti: con il suo primo lungometraggio di finzione, il regista milanese firma una storia fra fiaba e realtà che vede protagonista Elio Germano. Tutto prende il via nell’ospedale di un piccolo paese. In una notte tempestosa viene alla luce un bambino, dotato di un incredibile potere: il neonato resiste alla forza di gravità (ingresso a inviti, per richiedere l’invito scrivere a: lusgprenotazioni@gmail.com).

    Alle ore 20.30 presso il Teatro dell’Opera si terrà l’anteprima de La prima donna, storia dimenticata e ritrovata di disparità e violenza di genere. Il film racconta la vicenda di Emma Carelli, diva assoluta della lirica, prima donna manager italiana, direttrice del Teatro Costanzi (l’odierno Teatro dell’Opera) dal 1912 fino al 1926. Popolarissima e insieme innovatrice, carattere indomito ed emancipato: troppo, per una donna in quegli anni (biglietti in vendita a 10 euro presso il Teatro dell’Opera. Info: www.operaroma.it).

    Il giorno successivo alle ore 18 la Casa del Cinema ospiterà la proiezione de Le beatitudini di Sant’Egidio di Jacques Debs. Il film mostra la vita di una Comunità unica al mondo, quella di Sant’Egidio, fondata a Roma nel 1968 e oggi radicata in tutti i continenti. È il primo lavoro su Sant’Egidio che vede la partecipazione attiva della Comunità (ingresso gratuito fino a esaurimento dei posti disponibili).         

    Alle ore 21 sarà la volta di Roam Rome Mein di Tannishtha Chatterjee. Nel film, Raj, trentotto anni, vive con i genitori e la sorella minore, Reena. Un giorno, scopre che Reena non si trova in India, come egli credeva, ma a Roma. Parte per cercarla, e apprende su di lei cose che lo sconcertano. “Con questo film – spiega la regista – volevo capire se un uomo, dinanzi a un’esperienza tale da cambiare la vita, possa rigettare le sue radicate idee patriarcali” (ingresso gratuito fino a esaurimento dei posti disponibili).

    Tre gli appuntamenti di mercoledì 16 ottobre alla Casa del Cinema: alle ore 16 avrà luogo la proiezione de La giostra dei giganti di Jacopo Rondinelli, viaggio nel carnevale di Viareggio, uno dei più importanti al mondo per lo splendore dei carri allegorici (vere e proprie macchine leonardesche dalle incredibili dimensioni) e per l’unicità dell’approccio satirico con cui vengono affrontate tematiche universali (ingresso gratuito fino a esaurimento dei posti disponibili).

    Alle ore 18 sarà la volta de Gli anni amari di Andrea Adriatico che porta sul grande schermo la vita e i luoghi di Mario Mieli, attivista, intellettuale e artista di rilievo nell’Italia degli anni ‘70, tra i fondatori del movimento omosessuale italiano (ingresso gratuito fino a esaurimento dei posti disponibili).

    Il programma delle Preaperture si chiuderà alle ore 21 con The Jesus Rolls di John Turturro, spin-off de Il Grande Lebowski: il film segue le vicenda di Jesus Quintana, l’irriverente campione di bowling avversario del Drugo (ingresso a inviti: per richiedere l’invito scrivere a: jesusrollspremiere@gmail.com).