fbpx

    Fashion Renting, alla moda riducendo gli sprechi

    Fotografia: Shutterstock
    Sognate guardaroba infiniti e abiti adatti per qualsiasi tipo di evento? Oggi si può e tutto questo è economico, veloce e riduce gli sprechi

    In questi giorni ci stiamo occupando molto della moda sostenibile, oggi non possiamo non parlare del fenomeno, nato negli Stati Uniti, che sta spopolando in Italia: il “Fashion Renting”, il noleggio dei vestiti che rivoluzionerà il nostro shopping e la produzione tessile

    Da quanto emerge da uno studio condotto da Espresso Communication per DressYouCan, “Il fashion renting rappresenta un nuovo modo di consumare soprattutto per Generazione Z e Millennial, i target più attenti alla sostenibilità.- Ha dichiarato la professoressa di Storia e Scenari della Moda presso il Politecnico di Milano, Giovanni Maria Conti- Da tre anni a questa parte il concetto di sharing si è allargato e andiamo verso un consumo che non è più originato dal possesso, ma dalla possibilità di poter utilizzare, anche solo per poche ore, un oggetto: probabilmente non è più il tempo di possedere, ma di potersi permettere un’esperienza”.

    Addio ad armadi colmi di abiti non indossati da anni, addio alle corse pazze durante i saldi, da oggi si potranno noleggiare capi e gioielli firmati per qualsiasi occasione, risparmiando, riducendo il consumo e l’inquinamento. I dati dell’impatto ambientale sono terrificanti: se nei prossimi anni non ci sarà un cambio di passo, avvisa il The Guardian, di qui al 2050 l’industria del tessile sarà responsabile di un quarto del consumo del carbon budget, causando un aumento della temperatura di ben 2°C.

    Se dopo tre volte che indossiamo lo stesso capo lo percepiamo come “vecchio”, che senso ha spendere ancora tempo e denaro per comprare i cosiddetti “abiti usa e getta”? Come riporta El País, infatti, negli ultimi 15 anni la durata dei capi di abbigliamento è diminuita del 36% e oggi i vestiti hanno una vita media inferiore ai 160 utilizzi, una situazione che genera ogni anno 16 milioni di tonnellate di rifiuti tessili nella sola Unione Europea. 

    Grazie al Fashion Renting, sarà possibile essere sempre alla moda, non perdere tempo a rovistare e ricevere consigli da esperti del settore. Il “fashion renter”, una nuova figura professionale, guiderà i clienti nella scelta del capo perfetto per ogni occasione.

    Meno stress per tutte quelle donne che, secondo quanto riportato da “The Telegraph”, spendono in media quasi un anno della loro vita, più precisamente 287 giorni, a rovistare nell’armadio.

    Un’esperienza unica, che rende accessibile a tutti capi firmati e costosi. Anche le influencer amano questo nuovo trend, come Marie-Loù Pesce: “Ricevere direttamente a casa o nella location dell’evento il proprio vestito rende tutto più facile perché spesso si parla di abiti di un certo valore oltre che volume e in questo modo non si rischia di sporcare, stropicciare o rovinare il capo. Negli anni con il mio lavoro ho accumulato molti abiti, per questo ho deciso di iniziare a noleggiarli in occasione di grandi eventi così da evitare di aumentare il numero di vestiti indossati solo una volta nella vita appesi nell’armadio”.

    Secondo Allied Market Research, nel 2023 il noleggio online varrà la cifra record di 1,9 miliardi di dollari.