“Potrebbe essere il più grande attacco contro gli utenti di iPhone”, scrive Vice. In effetti, come ha spiegato un ricercatore del team,Ian Beer, si stima che “questi siti abbiano ricevuto migliaia di visitatori a settimana“. “Ricordiamo anche – ha avvertito il ricercatore parlando a nome del team – che in questo caso chi ha tentato l’attacco è stato scoperto e ha fallito: per questa campagna che abbiamo segnalato, ce ne sono quasi sicuramente altri che devono ancora essere scovati”. “Tutto ciò che gli utenti possono fare è essere consapevoli del fatto che lo sfruttamento di massa esiste ancora e comportarsi di conseguenza”, ha concluso Beer.