fbpx

    Facebook pronta a collegarsi con le app satelliti

    Fotografia: Facebook pronto a creare un ecosistema di app? (Sharaf Maksumov / Shutterstock.com)

    Mark Zuckerberg corre ai ripari. Whatsapp, Messenger, e Instagram,  app dell’ecosistema Facebook, crescono più velocemente della piattaforma madre – soprattutto dopo lo scandalo di Cambridge Analytica –  e in casa del social più famoso del mondo si pensa a un modo per collegarle.

    Secondo il New York Times, nell’arco di un anno le quattro app potrebbero condividere gli utenti ed altre informazioni e integrarle in un unico circuito per contrastare la concorrenza degli altri colossi del web. Apple, Google e WeChat.

    Vogliamo costruire le migliori esperienze di messaggistica possibili, la gente desidera scambiarsi messaggi in modo veloce, semplice, affidabile e privato – commenta un portavoce di Facebook – Stiamo lavorando per portare la crittografia end-to-end ad altri nostri servizi di messaggistica e stiamo valutando come rendere più facile raggiungere amici e familiari attraverso i diversi network. Chiaramente, in una fase come questa in cui stiamo iniziando a definire tutti i dettagli per capire come rendere tutto questo possibile, sono ancora molte le discussioni e i confronti in atto“.

    Facebook è stato lanciato il 4 febbraio 2004 e conta oltre 2 miliardi di utenti nel mondo ma l’affezione alla piattaforma si è affievolita: i più giovani si sono spostati su app nuove tra cui Instagram. Quest’ultima è stata acquistata da Facebook nel 2012 per 1 miliardo di dollari, ha raggiunto quota un miliardo di utenti e in cinque anni potrebbe arrivare a quota 2 miliardi. WhatsApp è stata invece acquisita da Mark Zuckerberg nel 2014 per 14 miliardi di dollari, ha sforato il tetto del miliardo e mezzo di utenti e si è lanciata in un servizio Business. Infine, Messenger è stata sviluppata ‘in casa’ e lanciata nel 2011.