Estate, tanto sesso ma c’è un problema…

    Fotografia: Concepimenti estivi più problematici (Shutterstock)

    I mesi caldi stimolano l’attività sessuale ma per gli uomini le temperature alte rappresentano un nemico.

    Il riscaldamento globale fa fare meno bambini. Lo sostiene una ricerca dei demografi dell’Università della California (Ucla), pubblicata sulla rivista “Demography”. Nove mesi dopo le ondate di calore, i ricercatori hanno riscontrato una diminuzione delle nascite nei territori degli Stati Uniti dove si sono verificate.

    Secondo gli studiosi, il fenomeno è dovuto al fatto che il caldo riduce la fertilità maschile, nonostante non riduca l’attività sessuale. “Abbiamo stimato gli effetti degli shock di temperatura sui tassi di nascita negli Stati Uniti fra il 1931 e il 2010 – si legge nello studio – Abbiamo riscontrato che i giorni con una temperatura media sopra gli 80 gradi Farenheit (26,6 Celsius) causano un notevole declino dei tassi di nascita dagli 8 ai 10 mesi successivi“. “Presentiamo anche nuove prove che il clima caldo più probabilmente danneggia la fertilità attraverso la salute riproduttiva, mentre non danneggia l’attività sessuale – concludono i ricercatori californiani – Prove storiche indicano che l’aria condizionata può essere usata per compensare sostanzialmente i costi sulla fertilità delle alte temperature“.

     

    Potrebbe piacerti anche

    Dating: Facebook sfida Tinder

    Il mercato degli incontri online è in fortissima crescita con le app di dating ....

    Il caffè? Tiene svegli ma fa bene al cuore

    Una volta si diceva che troppi caffè potevano fare male. Oggi, invece, i pareri ....

    Lo studio: ideale svegliarsi presto

    Secondo uno studio pubblicato sulla rivista Chronobiology International – coinvolte 433.268 persone, tra i 38 e ....