fbpx

    Dolce&Gabbana. Restyle negozi “a tema”

    Fotografia: Shutterstock

    Dalla Dolce Vita romana, al tram tram Londinese, fino al romanticismo Parigino: ogni città ha il suo stile. Lo sanno bene le due icone della moda italiana Dolce&Gabbana, che hanno deciso di omaggiare l’essenza delle diverse capitali (e non) che ospitano i più grandi store firmati D&G, ristrutturando i negozi a “tema”.

    E arriva il turno di Roma: “Roma è la dolce vita, è Via Condotti, è Piazza di Spagna, è il sogno italiano. Tantissimi registi l’hanno scelta come fonte d’ispirazione per i loro film. E’ la città storica per eccellenza ed è stata il fulcro di uno dei più affascinanti imperi al mondo. Siamo felici di esserci e di aggiungere proprio qui un altro tassello del nostro mosaico di aperture”, spiegano Domenico e Stefano, nel corso dell’annuncio del grande “restyle” di Via Condotti.

    Due piani, 800 metri quadri e un nuovo modo di concepire l’arredo dei negozi realizzato su misura per ogni città, a cominciare dalla boutique di Roma per proseguire tra pochi giorni con quella di Londra.

    “La prima volta che ho visitato lo spazio di Via Condotti – rivela l’architetto Steven Harris che ha firmato il restyling del negozio – sono rimasto affascinato dal fatto che sembrava una rovina, uno spazio dal fascino quasi viscerale. Muri intonacati e grezzi, soffitti ruvidi, e impalcature d’acciaio evocavano l’atmosfera di un edificio antico”.

    “Il lucernario – prosegue l’architetto – richiamava gli atri delle ville romane. Abbiamo voluto mantenere questo stile, per creare un luogo che potesse esserci solo qui a Roma e per avere un negozio diverso rispetto agli altri di Via Condotti. All’interno di questi spazi antichi, abbiamo inserito elementi moderni, alcuni ispirati all’Eur, altri trasformazione del Barocco italiano. La nostra ambizione era creare una struttura architettonica che fosse imponente e vigorosa, nella quale fosse inserito un raffinato e preciso intervento”.

    Il negozio ha un involucro architettonico dal carattere maestoso, le sembianze di un palazzo romano riportato ai suoi originari splendori. Le pareti, le cui finiture sono in intonaco marmorino, sono rivestite in ottone o in tessuto damasco dorato. I pavimenti sono in marmo granulato con inserti in nero, e i portali interni in travertino classico. Mensole in noce, bronzo scolpito, ottone anticato, specchi e vetri colorati e un prezioso lampadario di cristallo fanno il resto. La scala che porta al piano superiore dedicato alla sartoria per l’uomo è in ferro battuto e marmo giallo Siena.

    Insomma, questione di stile, anche tra quattro mura.

     

    • Mostra Commenti

    L indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati *

    Commento *

    • name *

    • email *

    • website *

    Potrebbe piacerti anche

    Moda: rosso corallo il colore del 2019

    Moda 2019 all’insegna del rosso corallo. L’indicazione arriva da Pantone, azienda che, ogni anno, ....

    Romito manifatture: prodotti sostenibili approvati da Greenpeace

      Sostenibilità. Parola d’ordine del nuovo secolo in campo ambientale, economico e sociale. Le ....

    Le aziende di moda spingono sull’e-commerce

    Da tempo il settore della moda punta all’e-commerce. Le grandi case di abbigliamento hanno ....