Disney, la realtà virtuale inizia con un serpente

    Fotografia: Realtà virtuale, si inizia dai serpenti (Shutterstock, Inc)

    Ricordate il mito di Lacoonte, stritolato da due serpenti giganti per aver cercato di avvisare, inutilmente, i troiani dell’inganno del cavallo di legno? Nel caso voleste provare, senza conseguenze, la stessa sensazione, da oggi sarà possibile grazie a un giubbotto realizzato dalla Disney, in collaborazione con il Massachusetts Institute of Technology (Mit) e l’Universita’ Carnegie Mellon.

    Si tratta di un indumento progettato per portare a un livello superiore la realtà virtuale immersiva che, tra le altre cose, permette di combattere con un gigantesco serpente e sentirsi stritolato dalle sue spire, ovviamente senza correre nessun rischio. La giacca, realizzata a partire da un giubbotto di salvataggio e pesante poco più di due chilogrammi, contiene 26 compartimenti gonfiabili controllati da un computer che possono riprodurre più di una dozzina di sensazioni diverse, come un abbraccio, un pugno o un serpente che striscia lungo il proprio corpo. Questo è possibile modificando la velocità, la forza e la durata di gonfiaggio e sgonfiaggio dei compartimenti in perfetta sincronia con le immagini visualizzate. I ricercatori sperano che il giubbotto possa migliorare l’esperienza virtuale normalmente limitata a scene viste tramite cuffie e a semplici vibrazioni trasmesse dal joystick.

    Lo scopo primario di questa ricerca era quello di esaltare il divertimento ottenuto grazie ai dispositivi per la realta’ virtuale immersiva per videogiochi e film” hanno spiegato i ricercatori, che, per testare il prototipo, hanno ideato tre simulazioni molto suggestive: la prima permetteva di combattere una battaglia di palle di neve in un prato innevato, la seconda di sentirsi stritolare dall'”amichevole” cartone animato di un serpente e la terza consentiva di trovarsi in bagno a torso nudo per assistere alla propria trasformazione in un eroe supermuscoloso.

    • Mostra Commenti

    L indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati *

    Commento *

    • name *

    • email *

    • website *

    Potrebbe piacerti anche

    Messenger: “M Translations”, un ponte fra Usa e Messico

    Dopo aver introdotto i video promozionali in Messenger, Facebook ha creato tramite la sua ....

    iPhone si fa in tre, il watch fa battere il cuore

    Apple ha lanciato i nuovi Watch e iPhone, anticipando poi l’aggiornamento del sistema operativo ....

    Apple: maggiore trasparenza su gestione dati

    Apple insiste sul discorso della tutela della riservatezza dei suoi utenti, un punto fermo ....