fbpx

    Daily Battles, connubio tra Edward Norton e Thom Yorke

     

    In attesa della presentazione ufficiale a Roma del nuovo film di Edward Norton Motherless Brooklyn, ascoltate la straordinaria ballata composta da Yorke per il film

    Giovedì al Festival del Cinema di Roma, Edward Norton presenterà in Italia il suo ultimo lavoro, Motherless Brooklyn, un riadattamento cinematografico del romanzo di Jonathan Lethem, un noir pubblicato nel 1999.

    Il film, di cui vi parleremo ampiamente da giovedì nell’apposita pagina di Maxim dedicata al festival romano, racconta la storia di Lionel Essrog, un detective privato affetto dalla sindrome di Tourette, che indaga sulla morte del suo amico Frank Minn. L’indagine lo condurrà nei luoghi più oscuri della Brooklyn degli anni ’50, periodo in cui il Jazz faceva ancora da padrone in America e Miles Davis incantava il mondo.

    Per le musiche del film, Norton aveva chiesto al cantante dei Radiohead di comporre un brano, una “ballata malinconica” che riprendesse alcuni temi presenti nella narrazione, qualcosa che desse la dimensione delle difficoltà quotidiane, ma avesse il sapore di un mondo antico.

    “Ero seduto al buio sul bordo del mio letto e stavo piangendo per aver ascoltato questa canzone”. Il brano è piaciuto tantissimo a Norton, tanto da commuoversi ascoltando.

    “Le sue canzoni ti fanno sentire quanto è difficile convivere con il tuo spirito in tempi oppressivi, e il film si basa molto su queste sensazioni: solitudine, depressione istituzionale e razzismo”.

    I temi presenti nel film quindi sono chiari, l’atmosfera in cui prendono vita anche, una fumosa Brooklyn degli anni ’50. Il brano, proprio per ricreare il sound caratteristico di Davis o Baker, è stato riarrangiato da Wynton Marsalis, noto jazzista a cui Norton ha chiesto dare un suono “alla Davis”. Il prodotto di una collaborazione di questo livello rispetta le attese.

    Questa è la versione di Flea e Thom Yorke

     

    Questa la versione Jazz con Wynton Marsalis