Contro e-commerce ‘tengono’ solo negozi alimentari

Fotografia: Negozi tradizionali non reggono urto e-commerce (Shutterstock)

In Italia, Paese non fra i più smart, l’e-commerce continua la sua crescita a doppia cifra e nel 2018 il valore degli acquisti online si dice potrebbe toccare i 27 miliardi di euro con un incremento di oltre 3,6 miliardi di rispetto al 2017 (+15%).

Per quanto riguarda i dati di maggio, secondo un’analisi Istat, le vendite commercio elettronico sono aumentate del 13,9% rispetto all’anno precedente, in controtendenza sia rispetto a quelle dei piccoli negozi (-1,5%) sia a quelle della grande distribuzione non alimentare, ferma a crescita zero. Solo nel comparto alimentare, meno esposto alla concorrenza di siti e app, c’è una crescita degli scontrini anche per il commercio tradizionale (del 3% per le catene e dell’1,3% per le botteghe).

E’ profondo rosso, invece, per i piccoli negozi che vedono prodotti diversi da cibo e bevande (-2,3%). Dall’inizio dell’anno le vendite on line crescono dell’11,5% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, quelle dei piccoli negozi si riducono dell’1,8% e quelle della grande distribuzione non alimentare calano dello 0,1%. Anche in questo caso, la situazione è diversa per le vendite di cibo, con un aumento dell’1,2% per la gdo (ma un calo dello 0,6% per le piccole superfici, che raggiunge -2,3% nel settore non-food).

Potrebbe piacerti anche

Consorzio Vino Chianti in Cina ma la testa è ai fondi OCM

Cinquantasei aziende toscane con oltre 60 etichette. E’ la presenza del Consorzio Vino Chianti ....

Xiaomi vicina alla quotazione in Borsa

Dopo essersi piazzata al quarto posto nella classifica degli smartphone più venduti del primo ....

Apple potrebbe aver eluso dai 4 ai 21 mld euro di imposte Ue

Da tempo si discute di come le multinazionali della tecnologia, sfruttando agevolazioni fiscali di ....