fbpx

    Container diventano case per i senzatetto

     
    La missione sociale di Jasper Thompson dona una nuova vita ai clochard recuperando vecchi container abbandonati. Si tratta di soluzioni temporanee, ma di alloggi sicuri, puliti e dignitosi

    Il progetto di Jasper Thompson scalda i cuori e dona una casa ai senzatetto. Container e pullman in disuso, grazie all’ingegno di Jasper e di sua moglie, si sono trasformati in abitazioni per dare una nuova speranza ai meno fortunati. Una soluzione green e un alloggio sicuro e dignitoso.

    L’idea è nata nel 2017 dopo un incontro con dei clochard debilitati dal freddo, Jasper, che al tempo gestiva un ristorante, ha offerto loro un pasto caldo e dei vestiti. “Volevano un tetto sulla testa, questa era la loro priorità”. Così ha deciso di ospitarli in un caravan, per passare la notte al coperto e il giorno dopo ha promesso loro che avrebbe trasformato dei container in un appartamento.
    Insieme ad altri volontari e a dei clochard diventati suoi amici, si sono messi a lavoro rendendo possibile quello che sembrava essere un’impresa impossibile. “Insieme possiamo fare la differenza, questo è il mio motto”.
    Jasper ha fondato un’associazione no profit, Help Bristol’s Homeless: “Vestiti, cibo, aiutano i senzatetto a sopravvivere ma non offrono una via di uscita. A differenza di altre organizzazioni, la nostra filosofia è che l’alloggio deve venire prima di tutto”.
    Grazie all’aiuto della comunità e di coloro che hanno creduto in questo progetto, da qualche container sono riusciti a costruire un piccolo villaggio, accessibile a tutti, sia a chi ne ha bisogno, sia a chi vuole mettersi in gioco per aiutare.
    “Chi arriva qui può scegliere di aiutarci a trasformare altri container, in questo modo non solo si fa del bene ma si apprendono nuove abilità pratiche, che possono essere preziose per reinserirsi nel mondo del lavoro”.