Consiglio d’Europa: AI rischia di diventare un Frankenstein

    Fotografia: Intelligenza artificale, alleato o Frankenstein? (shutterstock)

    Google ha fermato l’uso dell’intelligenza artificiale in campo militare, gli esperti stanno scommettendo sul primo deepfake politico mentre Samsung e Microsoft investono nello sviluppo della AI.

    Quello dell’intelligenza artificiale è un tema molto dibattuto che ora preoccupa anche l’Europa a livello politico.

    I nostri diritti, dalla privacy alla non discriminazione, sono già stati compromessi dall’uso massiccio dell’intelligenza artificiale e senza una rigida regolamentazione questa tecnologia, che può portare grandi benefici, rischia di trasformarsi in un “moderno Frankenstein”.  La messa in guardia da un uso incontrollato dell’intelligenza artificiale arriva dalla commissaria dei diritti umani del Consiglio d’Europa Dunja Mijatovic: “c’è un numero crescente di prove che alcuni gruppi di persone – donne, minoranze etniche, disabili e Lgbti – sono vittime di discriminazione a causa di algoritmi che riproducono i pregiudizi. Ci sono studi che dimostrano che Google aveva la tendenza a mostrare agli uomini più che alle donne le inserzioni per lavori altamente remunerati”.  O, ancora, elenca la commissaria, “un software utilizzato per prendere decisioni sul sistema sanitario e gli aiuti ai disabili ha erroneamente portato a escludere molte persone che avevano diritto a riceverli“.

    Numerosi esperti sono preoccupati per l’utilizzo dell’intelligenza artificiale anche nel sistema giudiziario. “È necessario quindi che vi sia maggiore trasparenza su come i sistemi che utilizzano l’intelligenza artificiale sono pensati e elaborati, su come funzionano e possono evolvere“, chiede la commissaria. Per assicurare che questa tecnologia porti benefici senza intaccare i diritti, secondo Mijatovic è quindi necessaria una collaborazione molto più forte tra stati (governi, parlamenti, magistratura, forze dell’ordine), privati, università, ong, istituzioni internazionali e cittadini. “Il compito che ci attende è enorme ma non impossibile“, conclude Mijatovic.

    Potrebbe piacerti anche

    Google presenta Pixel 3, Pixel Slate e l’Home Hub

    Dopo aver detto addio al Pentagono per rispettare il suo codice etico, Google ha ....

    Dispositivi pieghevoli e 5G in arrivo da Samsung

    La guerra degli smartphone ha sempre visto una lotta a due fra Apple e ....

    Instagram scalza Snapchat dai social più usati

    Nonostante i suoi fondatori abbiano lasciato la piattaforma e siano trapelate notizie di una ....