5 funivie da brivido (più 3)

 

Un cavo d’acciaio sopra la testa, una parallelepipedo tutt’intorno e e l’abisso sotto: cinque funivie da brivido (più tre)

Tatev

Si trova in Armenia, vicino al confine con l’Azerbaigian, nel sudest del Paese. Con i suoi 5,7 km è tra le più lunghe funivie aeree al mondo. Si parte da Halidzor, un borgo a 1546 metri d’altezza, e si arriva al monastero di Tatev, una decina di metri più in basso, in appena 11 minuti.

Nel mezzo, la gola del fiume Vorotan, profonda oltre 500 metri

Fuente Dè

Se amate la montagna e la Spagna potete unire le due passioni provando questa funivia della Cantabria che sale sui Picos de Europa, catena montuosa che vanta diverse cime sopra i 2.600 metri. Sembra che il suo nome derivi proprio da questo: grazie alla loro altezza, queste montagne erano le prime ad essere avvistate da chi proveniva via mare dall’America. La loro vista confermava di essere quasi arrivati.

La lunghezza del cavo della funivia è di un chilometro e mezzo, il dislivello è la metà. Si parte da un prato e si arriva a quota 1823 a calpestare la neve, pronti a partire per qualche escursione. L’impianto risale agli anni Sessanta ma è stato completamente riammodernato tre anni fa

Stanserhorn

In Svizzera si trova la prima funivia cabrio al mondo. Inaugurata nel 2012, è una teleferica a due piani. Il primo è chiuso, il secondo ha il cielo come soffitto. I trenta fortunati passeggeri possono così godersi la brezza e il panorama durante la salita – dopo un dislivello di 1.140 metri – alla vetta dello Stanserhorn, a 1850 metri (dislivello di quasi 1.140 metri). Una montagna panoramica da si ammirano laghi e le montagne nei dintorni. Se avete la fortuna di capitarci in una giornata limpida e godete di buona vista potrete scorgere anche l’Alsazia e la Foresta Nera.

Per non intralciare la visuale mozzafiato di chi sceglie di salire godendosi la brezza montana sul volto, la cabina non è “appesa” al cavo che la sostiene, ma i bracci ci scorrono sopra. In questo modo i passeggeri non hanno davvero nulla sopra la testa

Monte Bianco

Una delle funivie più spettacolari del mondo si trova in Italia ed è quella sale al Monte Bianco. La sua storia è antica: la prima versione è stata costruita tra gli anni Cinquanta e Sessanta e per molto tempo “la funivia dei ghiacciai”, com’era chiamata, fu la più alta del mondo. Poi arrivò quella di Pico Espejo in Venezuela a rubarle il primato. E dal 1980 il primo posto spetta a quella svizzera di Zermatt: nel 2015 è stata inaugurata una nuova funivia con la terrazza panoramica a 360° di di Punta Helbronner, quota 3.462 metri. L’ascesa dura una ventina di minuti e consente a tutti di lasciarsi alle spalle le pinete delle basse quote e fare un’esperienza in alta montagna, circondati dai ghiacciai perenni

Non solo montagna

Se volete provare un’esperienza meno estrema di quella sul Bianco, sappiate che le funivie non si trovano solo tra i monti. Londra, per esempio, ne possiede una che passa sul Tamigi collegando Greenwich con i Royal Docks. La Thames Cable Car, conosciuta anche come Emirates Air Line è stata inaugurata nel 2012, appena in tempo per i Giochi Olimpici.Provatela la sera per restare a bocca aperta.

E Londra non è l’unica città a vantare una teleferica dalla vista mozzafiato. In Germania si può raggiungere la fortezza di Ehrenbreitstein a Coblenza con una funivia che “vola” sopra al Reno, regalando panorami spettacolari. E ancora: se volete raggiungere Casa de Campo, il più grande parco di Madrid, potete evitare il traffico e godervi una vista insolita sulla città prendendo il teleferico della città. Esiste dal 1969 e può trasportare fino a 1.200 passeggeri all’ora

  • Mostra Commenti

L indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati *

Commento *

  • name *

  • email *

  • website *

Potrebbe piacerti anche

Dante Alighieri superstar in festival a Ravenna

Ravenna si prepara a festeggiare il padre della lingua italiana con una manifestazione dedicata ....

Single? Meglio in viaggio

Sei single? Che cosa fai ancora sul divano? Spegni la Tv e inizia a ....

Matera: 629/a festa di Maria Santissima della Bruna

    Dopo l’accordo con la Regione Puglia per la valorizzazione dei siti Unesco divisi ....