fbpx

    Celiachia: aumentano le diagnosi in Italia

    Fotografia: Aumentano le diagnosi di celiachia (Shutterstock)

    Aumenta il numero delle persone celiache in Italia, arrivate a quota 207mila. A segnalarlo è la relazione annuale al Parlamento sulla celiachia pubblicata dal Ministero della Salute sul suo sito. Nel Belpaese, ne soffre lo 0,34% della popolazione, di cui i due terzi di sesso femminile. Negli ultimi sei anni sono state registrate 57.899 nuove diagnosi, nel 2017 8.134; la regione con più residenti celiaci è la Lombardia, seguita da Lazio, Campania ed Emilia Romagna, mentre quelle che ne registrano meno sono Valle d’Aosta e Molise

    Con l’entrata in vigore del nuovo protocollo diagnostico due anni fa, c’è stato un incremento delle diagnosi più moderato, probabilmente grazie a procedure che permettono di ridurre gli esami superflui e limitare gli errori. Dal 2017, con la revisione dei Livelli essenziali di assistenza (Lea), la celiachia è stata inserita tra le malattie croniche invalidanti, garantendo così l’esenzione per tutte le prestazioni sanitarie e gli alimenti senza glutine per celiaci, che devono coprire il 35% del fabbisogno energetico totale giornaliero da carboidrati senza glutine.

    Alcuni mesi fa si era parlato di un ‘vaccino’ ma gli esperti hanno fatto chiarezza riguardo una possibile cura, invitando alla prudenza nel valutare certe notizie. “Al momento – ha spiegato Marco Silano,  coordinatore del Board Scientifico dell’Associazione italiana celiachia – non si può prevedere se il vaccino per la cura della celiachia in sperimentazione sarà disponibile per l’uso su vasta scala, tantomeno quando. A breve e medio termine, dunque, la dieta senza glutine rimane l’unico trattamento per la celiachia“.

    Potrebbe piacerti anche

    Dieta mediterranea, un aiuto contro l’osteoporosi

    Da sempre si dice che la dieta mediterranea è la migliore, un’alimentazione equilibrata per ....

    Sud Italia: aspettativa di vita più bassa

    Dopo il quadro sui consumi di farmaci degli italiani da nord a sud dello ....

    “Cardiologie Aperte”, 9 giorni di screening gratuiti

    Con l’obiettivo di sensibilizzare sui rischi per la salute cardiovascolare e diffondere la cultura ....