Casio esce dal mercato delle fotocamere digitali

Fotografia: Casio dà l'addio alle fotocamere digitali (Di Sergey Tinyakov/Shutterstock)

Fino a qualche tempo fa, i possessori i macchine fotografiche criticavano la qualità dei comparti foto degli smartphone, parlando di scarsa qualità e immagini non stampabili a causa della risoluzione insufficiente.

Col tempo le cose sono cambiate e oggi gli smartphone sono spesso preferiti alle classiche macchine fotografiche. Per questo motivo, l’azienda dell’elettronica Casio ha deciso di uscire dal mercato delle fotocamere digitali a causa del calo progressivo della domanda, attribuita alla diffusione dei telefoni cellulari, dotati ormai di capacità fotografiche ad alta definizione.

Nel marzo del 1995, la società giapponese aveva introdotto la prima fotocamera digitale al mondo fornita di uno schermo a cristalli liquidi:  suoi prodotti si erano guadagnati una buona reputazione per l’avanzato livello tecnologico.

Nell’ultimo anno fiscale, tuttavia, le vendite dei modelli ‘Exilim’ sono scese a 200mila unità, sotto l’obiettivo di 500mila prefissato dalla società, appena un terzo del periodo di boom del 2007. Casio ha reso noto che registrerà una perdita di esercizio di 4,6 miliardi di yen (35 milioni di euro) per l’uscita dal settore, spiegando che una ristrutturazione delle attività sarebbe stata troppo complessa, e per via della espansione capillare degli smartphones.

Il presidente di Casio, Kazuhiro Kashio, ha detto che l’azienda si impegnerà a trasferire le competenze accumulate nel settore della tecnologia digitale in altre opportunità, in prevalenza nell’ambito sportivo e nel campo medico. A differenza di altri marchi come Canon e Sony, dall’inizio Casio aveva deciso di non produrre fotocamere Slr a specchio fisso, e quelle compatte a ottiche intercambiabili.

Potrebbe piacerti anche

Anno da record per il Parmigiano. Un futuro in Borsa?

Anno di crescita e di record per la produzione Dop del Parmigiano Reggiano. Questa ....

Sky replica a Tebas: “Abbiamo valorizzato la serie A”

In casa Sky non sono piaciute le dichiarazioni rilasciate da Javier Tebas alla Gazzetta ....

Monopolio mercato app: Corte Suprema ascolterà Apple

Apple è attiva in Europa da 35 anni supportando oltre 1,7 milioni di posti ....