fbpx

    BOXE: tre cinture in palio alla “Nuvola” di Roma

    Fotografia: La Nuvola, casa del pugilato per una sera (ANSA)

    I pugili vanno al tappeto, vedono le stelle  e domani, per la prima volta, combatteranno in una…”Nuvola”.

    Alle 21 (diretta Eurosport 2, canale 211 di Sky), al Roma Convention Center La Nuvola si terranno tre incontri di boxe che metteranno in palio tre prestigiose cinture. Match clou la sfida tra Michael Magnesi (13-0-0), uno dei migliori PRO del pugilato italiano, e Ruddy Encarnacion (39-27-4) per il Titolo del Mediterraneo Superpiuma IBF. Altri due match di assoluto spessore saranno quelli tra El Harraz (9-0-1) e Marco Boezio (6-3-1) per il Titolo Italiano Pesi Medi e tra Luca Papola (6-1-1) ed Ennio Zingaro (7-1-0): un attesissimo “derby romano” che vale la Finale del Torneo WBC – FPI Superleggeri.

    Non da meno i tre match di sottoclou: il campione del Mediterraneo WBC Mauro Forte (11-0-1) contro Dionise Tiganas (8-6-2); il supermedio Francesco Russo (3-0-0) opposto all’ucraino Anton Dyachenko (2-2-0) e il romano Pietro Rossetti (2-0-0) contro il ventunenne Artem Lim (2-2-0).

    Giovanni de Carolis dopo la vittoria su Vincent Feigenbutz (ANSA)

    La riunione è organizzato da ArtmediaSport con il supporto tecnico del Buccioni Boxing Team e l’egida della Federazione Pugilistica Italiana. La parte tecnica della serata è stata supervisionata da Davide Buccioni che dal 1993 ha organizzato oltre 68 titoli italiani, il Titolo Europeo Petrucci vs Bundu al Centrale del Tennis nel 2011 e, nel 2015, ha portato in Germania Giovanni De Carolis a combattere per il Titolo Mondiale, regalando all’Italia una cintura che nella categoria mancava da oltre 20 anni.

     

    NINO BENVENUTI.

    Roma – spiega Buccioniha riscoperto la nobile arte. Nel 2004 in tutto il Lazio c’erano 44 società iscritte alla Federazione Pugilistica, oggi ce ne sono 165 solo nella Capitale. Sta rinascendo un mondo che negli anni 60 e 70 ogni venerdì riempiva il Palaeur per gli incontri di pugilato. Erano i tempi di Benvenuti, di Monzòn, la gente parlava di pallone e guantoni, c’era addirittura la tessera per andare i match dell’Eur.

    Dall’Palaeur degli anni 60, il pugilato è passato, spostandosi di poco, alla Nuvola. “Uno spazio del generesottolinea il managerè non solo straordinario come impatto visivo ma, soprattutto, serve a far superare alla gente certi pregiudizi verso questo sport. I pugili non sono quelli brutti e cattivi legati a rapine o a risse dei quali si parla. Tanti ragazzi sono stati strappati alla strada proprio dal pugilato, allontanati dalla delinquenza.” E domani, mancare sarebbe un delitto visto il livello degli incontri. “Alla Nuvolaconclude Buccionici saranno tre titoli in palio, non è cosa di tutti i giorni assistere a un evento simile.  Sul ring saliranno sei pugili, picchiatori veri non tecnici. Uno spettacolo assicurato, una serata per chi vuole vivere emozioni forti. Personalmente mi aspetto di assistere a qualche KO.

    Chi il suo titolo lo ha già vinto è ArtmediaSport, che ha contribuito a rilanciare la boxe sulle piattaforme televisive con un grande evento.

    Questo discorso – ricorda Gian Marco Sandri, CEO di ArtmediaSport – lo avevamo abbozzato con l’incontro organizzato lo scorso 14 dicembre agli studios di Cinecittà. Nel mondo degli sport da combattimento c’è un pubblico potenziale di 8 milioni di persone, a dicembre, la prima diretta televisiva ha registrato un’oscillazione dello share del 24%. Il pugilato è seguito su diverse piattaforme ma mancava la televisione, noi l’abbiamo riportata.” “Ho creato uno showsottolinea Sandrie ho trovato la giusta cassa di risonanza con Eurosport che segue gli sport olimpici come il pugilato. Chi vuole seguire questo sport, il modo lo trova (social, dirette web o altro): noi abbiamo dato la possibilità di allargare la platea e ritrovare il pubblico di un tempo. Ora puntiamo a nuovi eventi di respiro europeo, stiamo già dialogando con partner internazionali a dimostrazione del grande interesse che suscitano i guantoni.