Lambic in pericolo, appassionati in…fermento

Fotografia: Temperature alte, un pericolo per la lambic (Shutterstock)

Gli appassionati di birra sono in..fermento. La “lambic”, la tradizionale birra belga caratterizzata dalla fermentazione spontanea, nata nel medioevo e prodotta esclusivamente nella regione del Pajottenland da una decina di aziende, è in pericolo.

L’aumento delle temperature medie, a sudovest di Bruxelles, ha ridotto la finestra di tempo da ottobre ad aprile durante la quale la birra può fermentare. Se questo finestra si ridurrà ancora, la pregiata bevanda potrebbe andare a male per il caldo prima di essere pronta e andrebbe persa una produzione tradizionale belga. Parliamo di una birra così legata al territorio che quelle prodotte con metodi simili fuori dai confini regionali vengono denominate “plambic”, pseudo lambic. Questa varietà di birra viene preparata senza aggiungere lieviti selezionati, ma esponendo il mosto all’aria e lasciando che fermenti naturalmente, grazie al lieviti selvatici e ai batteri autoctoni del Payottenland. Il periodo giusto per questa fermentazione è da ottobre ad aprile, con temperature che vanno da -8 a +8 e che alla fine non superano i 25 gradi. La ricerca ha rilevato che il periodo ideale per la fermentazione della “lambic” si è ridotto da 165 giorni all’inizio del Novecento a circa 140 oggi, a causa dell’aumento delle temperature medie che fa cominciare in ritardo l’autunno e in anticipo la primavera. Nel 2015, la produzione della lambic andò perduta per il caldo anomalo.

Sul lungo periodo questo potrebbe minacciare la nostra produzione – fanno sapere da una nota azienda locale – Se raffreddassi artificialmente il mosto, questo cambierebbe il gusto della birra. Se avessimo questo problema tutte le stagioni, sarebbe dura finanziariamente, così dovremmo cambiare qualcosa ma io odio farlo“.

Potrebbe piacerti anche

Un messaggio nella bottiglia…di vino siciliano

Il vino della Sicilia sta conquistando le tavole degli italiani e i produttori della ....

Cinesi confusi sui prodotti made in Italy

La Cina è uno dei Paesi dove l’Italia vende moltissimi dei suoi prodotti – ....

Aste record per tè e frutta in Giappone

Il tè? In Italia è un prodotto spesso comprato nei supermercati, in bustina o ....