fbpx

    Berlinale, Italia trionfa con Elio Germano e Favolacce

    Fotografia: Ansa Foto
    Orso d’argento a Germano come migliore attore in “Volevo Nascondermi” e ai Fratelli D’Innocenzo per la sceneggiatura di “Favolacce”

     

    Orgoglio Italia alla 70esima edizione della Berlinale, il festival del cinema di Berlino, il primo con Carlo Chatrian come direttore artistico. Il Bel Paese ne esce vincente e pluripremiato. Due i film italiani in competizione, entrambi premiati. L’orso d’argento come migliore attore va ad Elio Germano, per la sua magistrale interpretazione del genio-artista Antonio Ligabue, nel film “Volevo Nascondermi” per la regia di Giorgio Diritti. I fratelli Fabio e Damiano D’Innocenzo ricevono l’orso d’argento per la sceneggiatura di “Favolacce” (Germano è anche nel cast di Favolacce).

    Elio Germano – premiato per la sua “straordinaria capacità di calarsi nella profondità del personaggio, nella sua sofferenza come nell’ispirazione artistica” – appare sorridente sul palco mentre stringe tra le mani il prestigioso premio appena ricevuto. L’attore, dopo aver ringraziato il regista Diritti e tutti quelli che hanno lavorato con fatica alla realizzazione del film, conclude: “Dedico il premio a tutti gli storti, gli sbagliati, gli emarginati e i fuori casta. E a Antonio Ligabue, che ho stampato sulla mia camicia, alla grande lezione che ci ha dato: quello che facciamo resta. Diceva: un giorno faranno un film su di me. Eccoci qua”. 

    I giovanissimi fratelli D’Innocenzo trionfano invece con Favolacce, un racconto senza filtri di una comunità di famiglie della periferia laziale dove, tra proletariato e aspirazioni piccolo borghesi, emerge la frustrazione di genitori insoddisfatti di vita, lavoro e status sociale. In un clima così esasperato sono i figli che si difendono e reagiscono. Paolo Del Brocco, amministratore delegato di Rai Cinema, che ha co-prodotto entrambe le pellicole in concorso, afferma entusiasta: “L’Orso d’Argento ai fratelli D’Innocenzo premia la loro capacità di maneggiare con coraggio una forma narrativa originale e molto personale, sperimentando con passione la propria idea di cinema”.  I due fratelli si dedicano il premio l’un l’altro: “Fa’ sto discorso non è facile. Se lo semo meritato. Abbiamo scritto questa sceneggiatura quando eravamo 18enni, siamo prossimi alla commozione. Ringrazio tutti, anche mio fratello”, ha detto Damiano, mentre Fabio gli ha risposto “Li mortacci tua”.

    Ecco tutti i premi

    ORSO D’ORO
    Sheytan Vojud Nadarad (There is no evil), Mohammad Rasoulof

    ORSO D’ARGENTO GRAN PREMIO DELLA GIURIA
    Eliza Hittman, Never Rarely Sometimes Always

    ORSO D’ARGENTO MIGLIOR REGIA
    Hong Sang-soo, The Woman Who Ran

    ORSO D’ARGENTO MIGLIORE ATTRICE
    Paula Beer, Undine

    ORSO D’ARGENTO MIGLIORE ATTORE
    Elio Germano, Hidden Away

    ORSO D’ARGENTO MIGLIOR SCENEGGIATURA
    Bad Tales, dirs: Damiano & Fabio D’Innocenzo

    ORSO D’ARGENTO MIGLIOR CONTRIBUTO ARTISTICO
    Jurgen Jurges for the cinematography in DAU. Natasha

    ORSO D’ARGENTO PREMIO SPECIALE 70ESIMA EDIZIONE BERLINALE
    Delete History, dirs: Benoît Delépine and Gustave Kerven

     

    INCONTRI
    MIGLIOR FILM
    The Works And Days (Of Tayoko Shiojiri In The Shiotani Basin), dirs: CW Winter and Anders Edström

    PREMIO SPECIALE DELLA GIURIA
    The Trouble With Being Born, dir: Sandra Wollner

    MIGLIOR REGIA
    Cristi Puiu, Malmkrog
    Matías Piñeiro, Isabella (Special Mention)

    BERLINALE DOCUMENTARY AWARD
    Irradiated, dir: Rithy Panh
    Notes From The Underworld, dirs: Tizza Covi and Rainer Frimmel (Special Mention)

    GWFF BEST FIRST FEATURE AWARD
    Los Conductos, dir: Camilo Restrepo
    Naked Animals, dir: Melanie Waelde (Special Mention)

    GOLDEN BEAR BEST SHORT FILM
    T, dir: Keisha Rae Witherspoon

    SILVER BEAR JURY PRIZE SHORT FILM
    Filipiñana, dir: Rafael Manuel

    SHORT FILM AWARD
    Genius Loci, dir: Adrien Mérigeau

     

    PREMI DELLA GIURIA ECUMENICA
    There Is No Evil, dir Mohammad Rasoulof (Competition)
    Father, dir: Srdan Golubović (Panorama)
    Zero, dir: Kazuhiro Soda (Forum)

     

    FIPRESCI
    Undine, dir: Christian Petzold (Competition)
    The Metamorphosis Of Birds, dir: Catarina Vasconcelos (Encounters)
    Mogul Mowgli, dir: Bassam Tariq (Panorama)
    The Twentieth Century, dir: Matthew Rankin (Forum)