fbpx

    Basket, vince l’oro la Nazionale con sindrome di Down

    Fotografia: pagina facebook L'umiltà di chiamarsi minors
    Gli azzurri conquistano la vetta per il secondo anno consecutivo. In Portogallo, l’Italia batte i padroni di casa 36 a 22 e sale, di nuovo, sul tetto del mondo

    Finalmente torniamo a festeggiare vittorie internazionali. Ieri sera a Guimaraes, in Portogallo, la Nazionale Italiana Atleti di pallacanestro con sindrome di Down ha vinto il mondiale sconfiggendo i padroni di casa in una finale tesissima. Gli azzurri, infatti, erano i campioni uscenti e avevano la possibilità di tentare il bis: partire favoriti è sempre un’arma a doppio taglio.

    L’Italia però è riuscita dominare la tensione ed il campo e torna a primeggiare sul parquet. La vittoria contro il Portogallo è incredibile. Incredibile perché avviene per la seconda volta in due anni: il sapore è quello dell’impresa. Il torneo è iniziato con la vittoria sulla Turchia, che ha infine guadagnato il terzo posto, per 11-26. Il secondo incontro è stato una premonizione della finale: gli azzurri hanno sconfitto il Portogallo 40-4. Poi la finalissima, dove l’impresa ha avuto compimento.

    Ecco gli azzurri che sono riusciti a salire sul tetto del mondo:

    Emanuele Venuti, Andrea Rebichini, Alessandro Greco, Alessandro Ciceri, Antonello Spiga e Davide Pauli.

    Questo dream team ha due direttori d’orchestra: Giuliano Bufacchi e Mauro Dessí, gli allenatori che hanno accompagnato i ragazzi in questa impresa. E in effetti sotto la loro guida la nazionale italiana è andata incontro ad una serie sempre crescenti di vittorie. Nel 2017 la vittoria dell’europeo, nel 2018 il primo mondiale bissando il primo posto nel 2019.

    Ai ragazzi sono arrivate anche le congratulazioni del presidente della camera Roberto Fico, che ha commentato con un post su instagram. Ci uniamo alle congratulazioni del presidente: anche da parte nostra, bravi ragazzi!