fbpx

    Bar, 18mld di fatturato ma chiudono molte imprese

    Fotografia: Cappuccino, cornetto e... (Shutterstock)

    Cappuccino e cornetto, un caffè macchiato, lettura del giornale sportivo. Il rito del bar è una quotidianità e la diffusa abitudine di passarci prima di andare a lavoro ha inciso sui conti economici del settore.

    Sfiorano quota 150 mila i bar italiani, vera e propria istituzione da Nord a Sud, luogo di ritrovo ma anche un modello di impresa in grado di fatturare 18 miliardi l’anno. Un caffè costa in media 1 euro, un cappuccino 1,30 euro, per un panino si pagano 3,10 euro e si consumano soprattutto bevande calde (36,6%).

    Sono gli ultimi dati aggiornati della Federazione Italiana Pubblici Esercizi, presentati dal presidente Lino Enrico Stoppani, in occasione di un incontro a Torino, promosso in collaborazione con Esercizi Pubblici Associati di Torino e provincia e Ascom Torino. Un mondo composto da 149.154 esercizi, dove spicca la Lombardia, con il maggior numero di bar (16,9%), seguita da Lazio (10,4%), Campania (9,6%), Veneto (8,4%) e Piemonte (7,2%).

    A prevalere come tipologia sono i breakfast e i morning (30%), seguiti da bar generalisti (24%), lunch bar (17%), bar serali (16%) e bar multifunzione (14%). Agli italiani, secondo l’Ufficio Studi Fipe, piace andare al bar soprattutto per fare colazione; un’abitudine quotidiana per 5,4 milioni di persone con una spesa media di 2,40 euro; gli habituè del pranzo sono 1,3 milioni, con una spesa di 7,50 euro.

    I prodotti maggiormente consumati, dopo le bevande calde, sono quelle alcoliche e aperitivi (13,3%), brioche (12,6%), snack e gelati (10,8%), bevande analcoliche (10,4%), acqua minerale (8,8%) e panini o piatti (7,5%). Un settore vivace sul fronte occupazionale, con 9.900 baristi attivi nel 2017, dove prevale la componente femminile dipendente (58%) su quella maschile (42%). Mentre il 79% dei dipendenti è di nazionalità italiana, gli stranieri si attestano sul 21%. Per quanto riguarda la vita delle imprese, il saldo del 2017 è stato comunque negativo con 5.644 attività, risultato della differenza tra 6.335 iscritte e 11.979 cessate

    Potrebbe piacerti anche

    Cresce il numero degli avvocati ma le donne guadagnano meno

    Una volta, quando un ragazzo chiedeva consiglio su cosa fare da grande, si sconsigliavano ....

    Tesla taglia i dipendenti, Wall street la ‘premia’

    Ridimensionare la forza lavoro non sempre ha come ripercussioni crolli in Borsa e mancanza ....

    Apple in marcia verso i 1.000 miliardi

    A una settimana dall’annuncio di Warren Buffet, il ‘mago di Omaha’, di aver portato la ....