fbpx

    Atlanterhavsveien, la strada più pericolosa del mondo

    Fotografia: Di Jørgen Vik from Stranda, Norway - AtlanterhavsveienUploaded by Arsenikk, CC BY-SA 2.0
    La Atlanterhavsveien (Strada dell’Atlantico) si trova in Norvegia e viene indicata come la strada più pericoloso del mondo. Un viaggio di 8 km attraverso isolotti e scogli, dove la meraviglia è legata a doppio filo con il rischio

    Qual è la strada più pericolosa del mondo? No, non è la Salerno-Reggio Calabria. Anche se in quanto a rischio si avvicina molto all’Atlanterhavsveien, di certo se ne discosta per bellezza. Il percorso si trova in Norvegia ed è una costruzione ingegneristica che si avvicina molto ad un’opera d’arte.

    Percorrerla in prima persona è l’opera d’arte, una sorta di performance art potremmo dire. Un’esperienza sublime: osservare la potenza incontrollabile della natura restando, più o meno, al sicuro.

    La Strada dell’Atlantico è una strada norvegese che collega Bud a Karvåg ed è lunga 36 km. Di questi, un tratto, lungo circa 8 km, collega due importanti città del paese: Kristiansund e Molde. Molde è la più grande città della regione, famosa per ospitare il più antico festival Jazz d’Europa che solitamente si svolge a giugno; Kristiansund è una città interamente votata al mare e alla cultura: la cittadina si sviluppa su quattro diverse isole collegate tra loro e abitate da pescatori. Ogni anno organizza più di 100 attività culturali ed è teatro del Nordic Light, famoso festival di fotografia cui partecipano alcuni tra i migliori fotografi del mondo.

    visitnorway.com

    Vi è venuta voglia di ammirare i fiordi e queste fredde città? Preparatevi ad un viaggio limite.

    L’Atlanterhavsveien
    foto Di OpenStreetMap contributors and Arsenikk – Opera propria, CC BY-SA 2.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=16871886

    Il percorso è stato ultimato nel 1989 dal governo norvegese nel tentativo di collegare le zone più frastagliate della costa. Inizialmente era stata pensata come una ferrovia; poi, a causa dell’imprevidibilità dell’oceano, l’idea è stata abbandonata.

    La strada è un ponte continuo tra isolotti e fiordi, unisce lembi di rocce sorvolando l’oceano atlantico. In condizioni climatiche ottimali, il percorso è un viaggio quasi mistico attraverso luoghi inospitali, selvaggi, incontaminati. Una piacevole sensazione di impotenza e smarrimento accompagna i viaggiatori lungo il tragitto, l’oceano è un meraviglioso tappeto in cui annega il sole.

    In condizioni climatiche avverse, la strada atlantica può diventare una gabbia mortale. Il vento e le onde che s’infrangono sulle scogliere sono inarrestabili e feroci. L’acqua aggredisce la strada con inaudita violenza e le raffiche di vento rendono incontrollabili le auto. Percorrerla o meno è una decisione del viaggiatore, non ci sono limitazioni né aiuti.

    Così, la strada ha ottenuto due diversi titoli, due titoli opposti.

    Nel 2005 la stessa Norvegia l’ha definita “Costruzione norvegese del secolo” e il The Guardian, nel 2006, il “miglior viaggio su strada”. Allo stesso tempo, diversi quotidiani da tutto il mondo, l’hanno definita “strada più pericolosa del mondo”.

    Vi lasciamo con un video di preso da Youtube e caricato da Luz Calor Som per darvi un’idea