fbpx

    Antonello Falqui, l’addio inedito del gigante italiano

    Fotografia: ansa foto
    Tra i creatori della televisione italiana e in particolare del varietà: addio ad Antonello Falqui, tra i più innovatori dello spettacolo italiano

    Alla veneranda età di 94 anni si spegne Antonello Falqui, celebre per essere tra pensatori del varietà italiano, uno di quelli che i programmi tv l’ha creati quando guardare la televisione era come trovarsi di fronte ad un’apparizione mistica.

    Il modo in cui se n’è andato è un’altra creazione da varietà, una sorta di “meta-personggio”, un modo difficilmente definibile. Lui che ha iniziato con la televisione, che è venuto fuori con la tv, se n’è andato con internet, con facebook, in qualche modo un suo prodotto. Il cerchio si chiude. E il modo in cui lo ha fatto è un il leit-motiv della sua esistenza: l’ironia, una palesata spensieratezza. Ecco il post che è apparso sui suoi profili social

    Sono partito per un Lungo Lungo Lungo Viaggio……potete venire a salutarmi LUNEDI 18 NOVEMBRE alle ore 11 alla CHIESA S.EUGENIO a V.le Belle Arti Roma.
    Mi raccomando, niente fiori….al loro posto,se volete, potete aiutare l’associazione QuintoMondo Animalisti Volontari Onlus.
    P.S. Perdonate Jimmy, Matteo e Luca se non vi hanno avvisato prima………

    Un regista che esce di scena con un colpo di scena. Il palco scenico è la vita, la sorpresa sono le ultime parole lanciate da lì su, ma in modo inedito. Un saluto, l’ultimo, ironico su Facebook, rivolto a tutti quelli che gli vogliono bene, un’ultima raccomandazione, una raccomandazione di allegria e, in effetti, di beneficenza.

    Canzonissima, Il Musichiere, Studio Uno, Un altro varietà: solo alcuni dei più famosi programmi che ha collaborato a inventare. Una carriera lunga e felice iniziata nel 1952 in Rai e terminata intorno agli anni ’90.

    Addio ad Antonello Falqui, un gigante della televisione italiana.