fbpx

    Annuncio dei vincitori del Global Energy Prize 2020

     

    MOSCA, 9 settembre 2020 /PRNewswire/ — In seguito ai risultati della riunione del Comitato per i premi internazionali, sono stati individuati i tre vincitori del Global Energy Prize. Si tratta di Carlo Rubbia (Italia), Peidong Yang (Stati Uniti) e Nikolaos Hatziargyriou (Grecia).

     

     

    Carlo Rubbia è stato insignito del premio per la categoria Conventional Energy per la promozione della sostenibilità nell’uso dell’energia nel campo delle scorie nucleari e della pirolisi del gas naturale.

    Peidong Yang è stato premiato nella categoria Non-Conventional Energy per la pionieristica invenzione delle cellule solari basate su nanoparticelle e della fotosintesi artificiale.

    Nikolaos Hatziargyriou ha ottenuto il riconoscimento nella categoria New Ways of Energy Application per il suo contributo alla stabilità della rete elettrica applicando un sistema intelligente microgrid grazie all’impiego dell’intelligenza artificiale.

    La riunione del comitato si è svolta il 7 settembre. I vincitori sono stati annunciati martedì nella città di Kaluga presso il Tsiolkovsky State Museum of the History of Cosmonautics, durante la cerimonia alla quale hanno partecipato il Governatore della regione di Kaluga Vladislav Shapsha, il Presidente della Global Energy Association Sergey Brilev e il Presidente del Consiglio direttivo dell’associazione nonché Vice Presidente del World Energy Council Oleg Budargin. Rae Kwon Chung, Presidente del Comitato di premiazione e vincitore del Premio Nobel per la Pace, ha partecipato alla cerimonia tramite conference call.

    La geografia dei candidati finalisti di quest’anno si è notevolmente ampliata: sono stati presentati 78 scienziati provenienti da 20 Paesi. Nel 2019, solo 39 studiosi di 12 Paesi si erano candidati al premio.

    Le domande per ciascuna categoria sono state presentate in numero pressoché uguale: le candidature per la categoria Non-Conventional Energy sono 29, per la categoria Conventional Energy 27 e per la categoria New Ways of Energy Application 22. Quindici candidati su 78 sono stati scelti come finalisti attraverso una selezione internazionale.

    Dal 2003, 42 ricercatori hanno conseguito il Global Energy Prize in rappresentanza di 15 Paesi: Australia, Austria, Canada, Danimarca, Francia, Grecia, Islanda, Italia, Giappone, Russia, Svezia, Svizzera, Regno Unito, Ucraina e Stati Uniti.

    Il Presidente dell’associazione, il dott. Sergey Brilev, ha spiegato che la regione di Kaluga non è stata scelta a caso in quanto le aziende aderenti alla Global Energy Association hanno recentemente lanciato diversi importanti progetti nella Russia centrale, mentre la regione stessa ha dato origine a un’energia di pensiero realmente globale che ha portato alla conquista dello spazio e dell’atomo per uso pacifico.

    I membri della Global Energy Association sono PJSC Gazprom, PJSC Surgutneftegaz e Rosseti FGC UES.

    Foto – https://mma.prnewswire.com/media/1250216/The_Global_Energy_Association.jpg