fbpx

    Amazon e il rispetto per il Signore degli Anelli

     

    Ai produttori della nuova, attesissima serie de Il Signore deli Anelli è stato proibito di creare stravolgimenti ed inventare colpi di scena nella saga creata dalla mente geniale di Tolkien

     

    La serie multimiliardaria di Amazon Prime Video sarà ambientata migliaia di anni prima degli eventi della trilogia del Signore degli Anelli (quella nota ai più, per la fortuna cinematografica) raccontando di fatto la Seconda Era della Terra di Mezzo e aggiungendo nuovi elementi sconosciuti a chi ha visto solo i film e disconosce l’immenso universo tolkeniano.

    Bene, questo sembra davvero il sogno di ogni creativo sceneggiatore. Tuttavia c’è un problema!

    Secondo il biografo e studioso di Tolkien, Tom Shippey, sono state prese misure preventive per proteggere l’eredità dell’autore.

    Tolkien Estate (l’ente legale che gestisce la proprietà e l’eredità dello scrittore) ha il potere di veto su ciò che può o non può essere aggiunto o rimosso dalla trama di ogni estrapolazione dei lavori del “professore”.

    In un comunicato stampa, Shippey ha dichiarato:

    “Amazon ha una relativa libertà quando si tratta di aggiungere qualcosa, purché, come ho detto, alcuni dettagli siano già noti su questo periodo di tempo. Tolkien Estate insisterà sul fatto che la forma principale della seconda Era non sia cambiata.

    Sauron invade Eriador, viene espulso dalla spedizione numenoreana e ritorna su Numenor. Lì corrompe i Numenoriani e li induce a rompere l’esilio dei Valar. Tutto questo, il corso della storia, rimane lo stesso. Ma puoi aggiungere nuovi personaggi e porre molte domande, come ad esempio: cosa ha fatto Sauron nel frattempo? Cosa stava cercando dopo la sconfitta di Morgoth?

    Teoricamente, Amazon può rispondere a queste domande inventando le risposte, dal momento che Tolkien non lo ha fatto. Ma non possono contraddire nulla di ciò che Tolkien ha detto. Questo è ciò a cui Amazon dovrebbe prestare attenzione. Deve essere canonico, è impossibile cambiare i confini di ciò che Tolkien ha creato, è necessario rimanere “tokieninano”.”

    Considerando il divieto di manomettere la prima e la terza era della Terra di Mezzo, Amazon Prime Video avrà 3441 anni di storia per poter lavorare sui circa 20 episodi della prima stagione, passando dai postumi della Guerra dell’Ira, dall’ascesa e caduta di Numenor, dalla creazione degli Anelli del Potere, fino ad arrivare all’Ultima Alleanza: quella tra Elfi e Uomini.

    Il sogno degli appassionati di Tolkien e de Il Signore degli Anelli continua; ma – come è giusto che sia – lo farà con una grandissima dose di impegno e, soprattutto, rispetto.