fbpx

    Alimentazione a base di pesce: un aiuto per l’asma

    Fotografia: Pesce associato a ridotto rischio di asma (Shutterstock)

    Problemi di asma? Uno studio australiano afferma che mangiare pesce aiuterebbe a prevenire l’asma. L’indagine è stata svolta presso un’industria di lavorazione del pesce sudafricana. La località è stata scelta proprio perché si tratta di una popolazione che ha una dieta a base di pesce e un basso status socio-economico, per cui è probabile che proprio il pesce sia la maggior fonte di acidi grassi polinsaturi omega-3 invece che gli integratori.

    Spiega Andreas Lopata, ricercatore che ha condotto l’analisi, che alcuni tipi di omega-3 sono stati significativamente associati a un ridotto rischio di asma o di sintomi asmatici (fino al 62% in meno), mentre il consumo di acidi grassi polinsaturi omega-6 (tipici degli oli vegetali) aumentava il rischio fino al 67%. “Anche se si prendono in considerazione contaminanti come il mercurio, i benefici del consumo di pesce e frutti di mare superano di gran lunga i potenziali rischi” afferma il professor Lopata.

    Nel mondo, spiegano gli studiosi, sono circa 334 milioni le persone che soffrono di asma, con un’incidenza raddoppiata negli ultimi 30 anni.