A Pasqua la tradizione vince in tavola

 

Il pranzo di Pasqua vale 25 milioni euro per le imprese di settore. A farla da padrone sono i prodotti della tradizione dolciaria – colomba artigianale per gli adulti e uovo di cioccolata con relativa sorpresa per i bambini – ai quali si aggiungono carni e insaccati. Le vendite hanno registrato un boom nelle ultime due settimane ma il picco è previsto in questi giorni. A livello di imprese, secondo un’indagine della Camera di Commercio di Milano, ad avere il maggior peso per business nel settore sono le imprese lombarde. Milano ha la leadership con 923 imprese, in crescita del 9,2% in cinque anni e 7.000 addetti, seguita da Brescia con 490 (+2,5%) e 1.600 addetti, Bergamo (332 e quasi mille addetti), Varese e Monza (circa 200 imprese e rispettivamente 2.000 addetti e quasi 600). Nella classifica nazionale, Napoli ha 3.000 imprese e 5.000 addetti, seguita da Roma con quasi 2.000 imprese e 4.000 addetti, Bari con circa 1.400 attività e 3.000 addetti e Torino con quasi 1.200 e circa 3.500 addetti. Secondo un’indagine Coldiretti/Ixe’, la carne d’agnello è l’alimento più rappresentativo della tradizione pasquale per la maggioranza degli italiani, servita quest’anno in 4 tavole su 10 nelle case, nei ristoranti e negli agriturismi (45%). Inoltre, un terzo dei consumatori ha scelto di acquistarla direttamente dal pastore per avere un prodotto nazionale, dato che oltre la metà dell’offerta arriva dall’estero, in particolar modo da Romania e Grecia che non garantirebbero gli stessi standard qualitativi.

  • Mostra Commenti

L indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati *

Commento *

  • name *

  • email *

  • website *

Potrebbe piacerti anche

Bottura contro sprechi e povertà

‘Food for soul’ – cibo per l’anima – è il progetto dello chef Massimo ....

Tagliatelle o tortellini? Bologna rilancia i suoi… spaghetti

Riscoperta delle tradizioni, antiche ricette, valorizzazione del territorio. Sono queste le parole d’ordine in ....

Bob Dylan produrrà whiskey

A maggio, Bob Dylan debutterà davanti a una platea difficile, complicata, esigente, mai affrontata ....