Tesla riorganizza la società dopo l’uscita di due manager

Fotografia: Tesla pronta alla riorganizzazione societaria (ANSA)

L’uscita di alcuni dirigenti da Tesla, anticipato qualche giorno fa dal Wall Street Journal, è confermato. In un momento delicato per la casa automobilistica, al centro di critiche per gli incidenti delle auto a guida autonoma e lo sviluppo lento di alcuni modelli, arrivano l’addio di Matthew Schwall e l’aspettativa di Doug Field.

Matthew Schwall, il legame fra il colosso delle auto elettriche e le autorità per la sicurezza americane, lascia per andare a Waymo, la divisione auto autonome di Google.

La sua uscita segue l’aspettativa annunciata da Doug Field, il responsabile degli ingegneri di Tesla. Secondo indiscrezioni, Field lascia per ”alcune settimane” per ricaricarsi e trascorrere del tempo con la famiglia. Field, uno degli uomini chiave di Tesla da quando e’ entrato a far parte del gruppo nel 2013 dopo il suo passato ad Apple, ha la supervisione dell’ingegneria dei veicoli Tesla e lo scorso anno gli è stata data anche quella per la produzione, un titolo quest’ultimo che di recente Elon Musk gli ha strappato riprendendone il controllo.

Elon Musk, intanto, riorganizza Tesla dopo l’uscita di due dei manager chiave della società. L’obiettivo è snellire la struttura di management. Lo riporta il Wall Street Journal citando una comunicazione di Musk ai dipendenti: ”Per assicurare che Tesla sia ben preparata per il futuro, abbiamo avviato una riorganizzazione della società, nell’ambito della quale snelliremo la struttura di management per migliorare la comunicazione e unire funzioni per le attività non vitali al successo del gruppo’‘.

Potrebbe piacerti anche

Formula E: le novità in casa Jaguar e Nissan

Con l’avvicinamento del semaforo verde alla nuova stagione della Formula E – prima uscita ....

Velista disabile sperimenta la telemedicina

Marco Rossato è il primo velista con completa disabilità agli arti inferiori impegnato a ....

La Toyota Mirai punta al mercato italiano

La Sindaca di Torino, Chiara Appendino ha provato la Toyota Mirai –  in italiano ....