fbpx

    George Clooney e il Dr House vanno…in guerra

    Fotografia: George Clooney (Marco Iacobucci EPP / Shutterstock.com)

     

    Hanno interpretato il dottore più affascinante – Doug Ross – e quello più irriverente – Gregory House – della televisione ma non sarà la medicina ad unire George Clooney e Hugh Laurie nel loro primo lavoro assieme destinato al piccolo schermo (i due si incontrarono invece sul set cinematografico di Tomorrowland).

    George Clooney sarà il protagonista (ma anche regista e tra i produttori esecutivi assieme a Grant Heslov) di Catch-22, serie evento in sei parti basata sull’omonimo romanzo antimilitarista del 1961 scritto da Joseph Heller (noto in Italia con il titolo di Comma 22), uno dei classici della letteratura americana del XX secolo. Nel cast ci saranno anche Hugh Laurie (Dr. House, The Night Manager, Veep), Christopher Abbott (The Sinner, Girls) e Kyle Chandler (Friday Night Lights, Manchester by the Sea, Argo).

    Sky Italia sarà tra i co-produttori con Paramount Television, Anonymous Content e Smokehouse Pictures. La serie, girata in Italia, tra la Sardegna e Roma, sarà trasmessa in esclusiva per l’Italia da Sky Atlantic nel 2019.

    È davvero emozionante poter lavorare con Sky Italia per portare Catch 22 sul piccolo schermo. È una partnership formidabile al servizio di un classico della letteratura” ha detto George Clooney.

    Siamo davvero orgogliosi – ha spiegato Andrea Scrosati, Executive Vice President Programming di Sky Italiadi essere parte, con Sky Italia, di questo nuovo, ambizioso progetto, con partner produttivi di primo livello e un team creativo e di interpreti che rappresentano l’eccellenza in ambito internazionale. Ulteriore soddisfazione è che un progetto come Catch 22 – una storia che ha formato e continua ad appassionare intere generazioni – venga girato quasi interamente proprio in Italia, che negli ultimi anni ha saputo mostrare appieno, anche a livello internazionale, le proprie potenzialità creative e produttive. Potenzialità ed un patrimonio creativo in cui per primi abbiamo creduto e che, anche grazie a progetti come The Young Pope, sono oggi riconosciuti e apprezzati anche all’estero“.

    • Mostra Commenti

    L indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati *

    Commento *

    • name *

    • email *

    • website *

    Potrebbe piacerti anche

    Festa Cinema Roma: il dramma di ‘Boy Erased’

    Alla Festa del Cinema di Roma, ‘Boy Erased’ di Joel Edgerton tocca il difficile tema ....

    Per il lancio di Rampage Furia Animale spunta un coccodrillo a Milano

    Gigantesche fauci acuminate, capaci di squarciare il sottosuolo con un solo obiettivo in mente: ....

    Cinema: le novità del fine settimana

    Il momento dell’anno più temuto dagli esercenti cinematografici è arrivato: l’estate. La stagione estiva ....