Lexus presenta la nuova ES

Fotografia: La nuova Lexus ES

In occasione dell’inaugurazione della nuova “LOUNGE by Lexus”, una nuova area, all’interno dell’aeroporto di Bruxelles, Lexus ha presentato, in anteprima europea, la settima generazione di ES, che eredita le linee stilistiche proprie di LS e LC, con un Sistema Self-Charging Hybrid di quarta generazione, e basata sulla piattaforma New Global Architecture – K, a garanzia di una grande libertà stilistica e di una straordinaria rigidità strutturale.

La nuova berlina ES diventerà un modello chiave per la gamma Lexus, avvicinando il brand al target di vendite pari a 100.000 unità annue in Europa entro il 2020.

Caratterizzata da un design elegante ma areodinamico e da maggior presenza su strada, la nuova ES è dotata di un nuovo telaio che assicura un handling tale da offrire performance migliori rispetto alla precedente generazione.

Nella parte anteriore, la vettura sfoggia elementi diversi in base al modello: le versioni standard montano eleganti barre verticali che si sviluppano dalla parte centrale della griglia a clessidra, mentre gli allestimenti F SPORT (una premiere per la gamma ES) adottano uno schema tratteggiato di colore nero. La coda della vettura presenta gruppi ottici a LED che avvolgono i pannelli laterali posteriori e che creano una linea continua, percepibile da qualsiasi angolazione. I modelli F SPORT prevedono anche uno spoiler posteriore, un’appendice verniciata di nero e il classico logo F che enfatizzano il design della vettura. Disponibili per le versioni standard, i cerchi in lega da 17 e 18 pollici, mentre le versioni F SPORT viaggiano su cerchi in lega da 19” con un disegno simile a quello della coupé LC.

La nuova Lexus ES Hybrid monta un sistema Self-Charging Hybrid di quarta generazione, capace di offrire un’eccezionale efficienza nei consumi, una performance reattiva ed emissioni ai vertici della categoria. La trasmissione coniuga un efficientissimo motore benzina 2.5, 4 cilindri a ciclo Atkinson a un motore elettrico potente, compatto e leggero. La potenza totale del sistema è pari a 218 cavalli/160 kW, per un’economia dei consumi nel ciclo combinato che si attesta sui 4,7 l/100 km. Il nuovo motore da 2,5 litri prevede una tecnologia di combustione che concede un’efficienza termica tra le migliori del segmento, riuscendo così a garantire maggiore potenza senza compromettere i livelli di consumi ed emissioni. La maneggevolezza della vettura è stata ulteriormente migliorata grazie al controllo computerizzato del sistema ibrido, che consente di replicare le caratteristiche e la potenza dei motori benzina convenzionali. La batteria al nichel-metallo idruro è più compatta rispetto a quella uscente, consentendone il posizionamento sotto il sedile posteriore senza inficiare in alcun modo la capacità di carico.

 

  • Mostra Commenti

L indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati *

Commento *

  • name *

  • email *

  • website *

Potrebbe piacerti anche

Dazi: Governo nipponico e GM contro Trump

La questione dei dazi statunitensi si sta ripercuotendo sul mercato automobilistico. Dopo un messaggio del ....

Tutto pronto per l’E-Prix di Roma

Questo weekend, le monoposto torneranno a sfrecciare su un circuito cittadino capitolino a 67 ....

Apnee notturne pericolo per la sicurezza stradale

Quante volte avete sentito, o dato, il consiglio di fare una buona dormita prima ....