fbpx

    Luxottica: Google Glass non hanno dato risultati sperati

    Fotografia: Google Glass (SHUTTERSTOCK)

    Status symbol dell’hi-tech, oggetto fashion tecnologico, simbolo di una nuova generazione, i Google Glass alla fine si sono rivelati un flop. Il progetto degli occhiali di Mountain View collegati a un computer per la proiezione di dati sulle lenti “non ha dato i risultati sperati soprattutto per problemi di interazione uomo-macchina e in quel area vediamo sviluppi soprattutto di tipo professionale“. A dichiararlo Francesco Milleri, vice presidente e amministratore delegato di Luxottica, azienda con la quale Big G aveva instaurato una partnership per creare dispositivi indossabili iconici, prodotti che unissero moda e lifestyle all’innovazione tecnologica. Vista l’impossibilità di sfondare sul mercato, adesso i Google Glass si rivolgeranno a una nuova tipologia di clienti, come manutentori di piattaforme o chirurghi. Luxottica non ha comunque abbandonato lo sviluppo di progetti per usare gli occhiali in interazione con il telefono portatile a partire dall’automobile. Inoltre, l’azienda, in caso di fusione con Essilor – che sta svolgendo importanti ricerche nel comparto delle lenti e delle nano tecnologie, che in un prossimo futuro potrebbero avere uno sviluppo commerciale – potrebbe tornare sul tema.

    Questa mattina, la Commissione per la concorrenza e i consumatori di Singapore (Cccs) ha dato il via libera alla proposta fusione tra Essilor e Luxottica. Se attuata, afferma l’autorità in una nota, non sarà violata la legge sulla concorrenza. La fusione, come auspicato ieri da Leonardo Del Vecchio, fondatore e presidente esecutivo di Luxottica, potrebbe avvenire prima dell’estate.

    • Mostra Commenti

    L indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati *

    Commento *

    • name *

    • email *

    • website *

    Potrebbe piacerti anche

    Instagram, nuova offerta video alle porte?

    Grosse novità in casa Instagram che mette nel mirino le piattaforme video, prima fra ....

    Deepfake, gli esperti scommettono sul primo ‘attacco’

    Le fake news stanno facendo crollare la fiducia nei social e piattaforme come Whatsapp si ....

    Google stanzia 25mln $ per sviluppo etico AI

    Dopo aver detto no al Pentagono riguardo lo sviluppo dell’intelligenza artificiale a fini bellici, ....