Netflix, primo trimestre 2018 da record

     

    Netflix vola nel primo trimeste del 2018. Il servizio di streaming statunitense – che spenderà nei prossimi mesi fino a 8 miliardi di dollari per i contenuti di 700 nuove serie e film originali – ha chiuso l’inizio dell’anno con ricavi in aumento del 40% a 3,7 miliardi di dollari e un utile netto in crescita del 63% a 290 milioni di dollari. I risultati hanno spinto il titolo Netflix in Borsa, dove ha guadagnato l’8% a 333,98 dollari per azione, ai massimi storici. Il balzo ha fatto volare la capitalizzazione di mercato di 140 miliardi di dollari. Fondamentale per la crescita economica è stata la leva dell’aumento dei prezzi e la crescita del numero di abbonati, arrivati a 125 milioni, grazie all’aumento di 7,4 milioni di abbonamenti, di cui 5,5 milioni a livello internazionale e 1,9 milioni negli Stati Uniti. L’obiettivo, adesso, è chiudere il trimestre in corso con un +6,2 milioni nella casella abbonati, contro i cinque milioni e mezzo previsti dagli analisti.

    Intanto, sul fronte cinematografico, è notizia di qualche giorno fa che il colosso dello streaming ha ritirato ‘The Other Side of the Wind’, l’ultimo film incompiuto dello scomparso regista statunitense Orson Welles, dal Fuori Concorso di Cannes. La decisione è arrivata dopo che l’organizzazione della kermesse cinematografica ha scelto di escludere dalla Palma d’oro i film senza distribuzione in sala.

     

    • Mostra Commenti

    L indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati *

    Commento *

    • name *

    • email *

    • website *

    Potrebbe piacerti anche

    Cresce il numero degli avvocati ma le donne guadagnano meno

    Una volta, quando un ragazzo chiedeva consiglio su cosa fare da grande, si sconsigliavano ....

    Tod’s: nuovo CdA e bilancio 2017

    Oggi, a Casette D’Ete (Fermo), è stato nominato il nuovo consiglio d’amministrazione del gruppo ....

    Casio esce dal mercato delle fotocamere digitali

    Fino a qualche tempo fa, i possessori i macchine fotografiche criticavano la qualità dei ....