fbpx

    2018 – Ecco quanto vi è costato mantenere l’auto

    Fotografia: Auto: mantenerle comporta alti costi (Shutterstock)

    Aumenta il numero delle persone che preferiscono i mezzi pubblici o una mobilità alternativa come sharing, car pooling e i vari servizi di noleggio, a possedere un’automobile. Acquistare un auto oggi non comporta i vantaggi di alcuni anni fa perché i costi per mantenerla sono alti.

    Secondo dati di AutoScout24, per acquistare una vettura occorre accumulare più di 14 stipendi (peggio di noi solo gli spagnoli) con un budget medio di spesa di circa 22.400 euro. Per mantenerla, invece, i costi vanno tra i 5.000 e gli 8.000 euro.

    In questo elenco rientra il carburante, principale spesa da sostenere (60,7 miliardi di euro su un totale di 195,3 miliardi, in pratica l’11% del Pil), al quale si aggiungono le voci manutenzione e riparazione: 39,3 miliardi nel 2018.

    Nella lista non mancano Rca incendio e furto (circa 17,7 miliardi), pedaggi autostradali (8,3 miliardi di euro), i parcheggi (8 miliardi) e le tasse automobilistiche (6,9 miliardi di euro).

    Secondo le stime fornite dall’Aci, una Fiat Panda – l’auto più diffusa in Italia – costa mediamente 5.600 euro. Per chi possiede veicoli di fascia alta quali i suv diesel la spesa lievita a 8.500 euro.

    Se parliamo di alimentazioni alternative, mantenere una Dacia Sandero Gpl, ogni anno (con una percorrenza media di 15mila km), costa 4.800 euro circa (con una tassa automobilistica che scende a 170 euro), che diventano 6.244 euro se si sceglie invece una Yaris ibrida 1.5 100 cv e poco più di 5.300 per una Volkswagen Up! a metano. Tassa automobilistica pari a zero e costi fissi bassi (alti invece quelli variabili legati alla manutenzione e alla riparazione), per l’elettrica Leaf di Nissan per la quale, invece, bisogna tener conto di una spesa di circa 5.700 euro.