fbpx

    2 CV una corsa lunga 70 anni

    Fotografia: Una 2CV a Parigi (ANSA)

    La Citroën 2 CV – letteralmente “due cavalli”, dalla valutazione dei cavalli fiscali in Francia –  autovettura utilitaria prodotta dalla Casa automobilistica francese Citroën dal 1948 al 1990, taglia il traguardo dei 70 anni.

    La 2CV è stata per tanti molto più di un’automobile: compagna di vita, mezzo per l’avventura, status symbol, mito, una vera e propria icona. Pur non essendo nata per essere simbolo della velocità, il suo obiettivo era modesto ma piuttosto chiaro: avere la capacità di trasportare due contadini, 50 chili di patate e un paniere di uova attraverso un campo arato senza romperne uno.

    Prodotta dal 1948 al 1990 in oltre 5 milioni di esemplari, per tanti appassionati è legata a ricordi indelebili di viaggi epici per scoprire la bellezza del mondo attraverso un piccolo parabrezza e un grande tetto apribile.

    Il debutto della vettura avvenne al Salone di Parigi il 6 ottobre del 1948 in gran segretezza. Da tempo si vociferava di una misteriosa utilitaria ma la casa automobilistica negò di averla realizzata; i primi tre esemplari furono introdotti di nascosto nel Salone a un’ora dell’apertura della kermesse a pubblico e stampa. Non fu subito amore: visto il silenzio dietro la macchina, l’attesa era per un altro tipo di prodotto, non una vettura dalle linee spartane, definita inizialmente un ‘brutto anatroccolo’.