Sollima sbarca a Hollywood con Soldado

Fotografia: Benicio del Toro, uno dei protagonisti (Tinseltown / Shutterstock.com)

Dopo Romanzo Criminale, Gomorra e Suburra, Stefano Sollima si confronta con  un nuovo universo criminale, questa volta non nelle periferie metropolitane italiane ma oltreoceano. Il regista romano sbarca a Hollywood e porta sul grande schermo ‘Soldado’, sequel pieno di ritmo e violenza di ‘Sicario’, uscito negli Usa il 29 giugno e al cinema in Italia dal 18 ottobre con 01

Thriller-action, con Benicio Del Toro e Josh Brolin , pieno di armi, sparatorie, elicotteri da guerra che fanno giri di valzer sul deserto, agenti Cia, cartelli messicani infiltrati dentro la polizia di Stato, non si può dire che questo film manchi di attualità diviso tra confini da difendere, in questo caso quelli tra Texas e Messico, emigrati da sfruttare e terrorismo islamico (la migrazione, si vede in Soldado, è un veicolo per il terrorismo religioso).

La mission di Sollima non era certo facile: fare non solo il primo film americano ma anche un credibile sequel del film cult di Denis Villeneuve del 2015. L’autore di ‘Romanzo criminale’ non ha avuto paura e il box office Usa lo sta premiando: al suo esordio Soldado parte più che bene con 19 milioni di dollari contro i 12 di Sicario.

Nel film si racconta la lotta al narcotraffico fra Stati Uniti e Messico, resa ancora più dura da quando i cartelli hanno iniziato a trasportare terroristi attraverso il confine. Per combattere questa guerra, dove è impossibile giocare seguendo le regole, l’agente federale Brolin dovrà unire le forze con il misterioso Benicio Del Toro che ha un’unica mission: quella di far entrare in guerra i cartelli messicani l’uno contro l’altro. Per riuscirci Del Toro non mancherà di coinvolgere in un rapimento una ragazzina, figlia di uno dei più potenti boss messicani, alla quale inevitabilmente si affezionerà.

Mi piace esplorare le zone grigie – ha detto Stefano Sollimaio credo che facciano parte dell’essere umano. Ognuno di noi non è solo un regista, un bravo ragazzo, un padre o una madre, siamo molto più complessi e se si guarda senza filtri in ogni uomo si possono trovare tante sfumature di grigio“.

 

Potrebbe piacerti anche

Suburra, riprese in dirittura d’arrivo (SPOILER)

Conto alla rovescia per la fine delle riprese della seconda stagione di Suburra – ....

Box office: Loro 1 e 2 di Sorrentino nella top five

Altro weekend cinematografico all’insegna di ‘Avengers: Infinity War’ e di Paolo Sorrentino, che sbarca ....

Il Primo Uomo: Chazelle racconta lo sbarco sulla Luna

Dopo il trionfo di La La Land – Coppa Volpi per la migliore interpretazione ....