Occhi al cielo per la “luna blu”

 

Vigilia di Pasqua all’insegna delle Luna blu. La Luna blu è il termine usato per definire un doppio plenilunio nello stesso mese, un’apparizione eccezionale rispetto a quella singola, che si verifica ogni 30 giorni circa. Dato che i mesi sono composti da 30 o 31 giorni, a eccezione di febbraio, il fenomeno si ripete ogni tre anni circa. L’appuntamento è per il 31 marzo quando, già dal primo pomeriggio, il nostro satellite sarà visibile in cielo, con il momento di massima pienezza alle 14.38. Non fatevi trarre in inganno dal nome: non assisterete a plenilunio tinto di blu. La definizione di “Luna blu” è stata data erroneamente dall’astronomo James Hugh Pruett in un articolo pubblicato nel
1946 sulla rivista Sky&Telescope, diventando poi termine di uso comune. E’ comunque possibile ammirare dei pleniluni di colorazione diversa da quella argentata, quando grandi quantità di polveri presenti nell’atmosfera – causate da disastri ambientali,  quali l’eruzione del vulcano Krakatoa del 1883 – creano un effetto filtro, tingendo di blu la Luna.

 

  • Mostra Commenti

L indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati *

Commento *

  • name *

  • email *

  • website *

Potrebbe piacerti anche

Vacanze? I consigli di chi ha visto tutti i Paesi del mondo

Fabio Cao, 38 anni, milanese. Vive tra Londra e Barcellona ed è famoso per ....

Lo street food di Palermo, quello pulp

Palati raffinati e deboli di stomaco? State alla larga. Per lo street food palermitano ....