Materiali preziosi e nano technology ad Altaroma

Fotografia: Metalli preziosi e tessuti nobili (Shutterstock)

Ad Altaroma, Au197Sm si conferma pioniere di evoluzione nel mondo della moda debuttando sulla passerella capitolina con la sua couture d’avanguardia che coniuga savoir-faire sartoriale e visione nano-tech.

A Cinecittà ha sfilato la collezione “Couture collides nano technology”. Attraverso un processo coperto da brevetto internazionale e che include passaggi ad alto tasso di ingegnerizzazione e fasi assolutamente artigianali, Au197Sm fonde l’oro 24 carati ed altri metalli preziosi assieme al tessuto. Una tecnologia che porta a successive ed inedite innovazioni: fino ad oggi preclusa ai materiali tecnici che possedevano una minima percentuale di fibra sintetica. Au197Sm vanta infatti l’esclusiva di poter utilizzare la saldatura a ultrasuoni su capi realizzati, tra gli altri, in cadì, seta, jersey.

Cerco un’innovazione a misura d’uomo – ha spiegato il ceo del brand Stefano Maccagnini – Au197Sm vanta infatti l’esclusiva dell’utilizzo della saldatura a ultrasuoni. La fusione del metallo altera infatti la composizione delle fibre rendendole adatte alla saldatura a ultrasuoni. Tecnologia, ricerca e tradizione sono i punti fermi della nostra filosofia che ha rivoluzionato il concetto di artigianato e di fatto a mano applicati alla moda, con un’accezione che comprende l’utilizzo di macchinari di ultima generazione da parte di mani esperte“. “E sono felice di portare la tecnologia più d’avanguardia nel simbolo del classicismo per eccellenza – ha continuato –  Roma è la mia Città, seppur di adozione, e proprio qui ha sede, oltre che la logistica, il laboratorio produttivo dove sono presenti le tecnologie d’avanguardia che ci caratterizzano“.

Una proposta articolata che ha già riscosso il plauso di una clientela giovane e dinamica e che nel prossimo futuro sarà venduta in punti vendita monomarca localizzati in zone strategiche, che si affiancheranno alla distribuzione nei più prestigiosi luxury store del mondo

Potrebbe piacerti anche

Il design celebra gli insetti, merito di un giovane romano

Gli insetti? “La mia passione fin da bambino, qualcosa di bellissimo da cui tutti ....

Cavalli punta su animalier uomo per rilancio marchio

Presentata a Firenze la collezione che segna la partita decisiva nel percorso di rilancio ....

Berluti: Haider Ackermann lascia

Haider Ackermann non è più il direttore artistico della Berluti. Lo ha annunciato l’azienda ....