Impresa Cecchinato al Roland Garros

Fotografia: Cecchinato urla dopo il punto della vittoria (ANSA)

Tre ore e ventisei minuti di gioco, quattro set, un tie break eterno e poi le lacrime liberatorie di chi sa di aver compiuto l’impresa.

Marco Cecchinato scrive una pagina di storia del tennis tricolore, qualificandosi alla semifinale di Parigi dopo aver battuto un monumento come Novak Djokovic. Un italiano così avanti al Roland Garros non lo si vedeva da 40 anni e pochi avrebbero scommesso che a mettere il suo nome accanto a quello di Corrado Barazzutti, poi battuto da Borg nel ’78, potesse essere lui, 25enne palermitano n.72 al mondo, con alle spalle anche una squalifica per scommesse.

Invece lui ha stupito tutti, probabilmente anche se stesso, superando in quattro set (6-3, 7-6, 1-6, 7-6) quello che sembrava uno scoglio insormontabile come il serbo, in poco meno di tre ore e mezzo di gioco, concluso sul 13-11 nell’ultimo, interminabile tie break. La gioia e la tensione si sono sfogate subito in un pianto dirotto sul volto di Cecchinato, mentre riceveva l’abbraccio di Dkokovic.

E’ incredibile aver raggiunto le semifinali. Ho fatto tanto sacrifici e oggi sono stato perfetto“, ha commentato a caldo sotto le tribune dove sedeva ad applaudirlo anche Barazzutti, capitano di Coppa Davis.

Contro Djokovic, mai affrontato prima, il palermitano ha mostrato subito il suo lato migliore andando a comandare il gioco fino a portarsi in breve sull’uno a zero. Più combattuta la seconda partita, dove solo al tie break la bilancia si è spostata ancora più a favore dell’italiano, bravo a imporsi 7-4 con quattro punti consecutivi. La terza partita si è aperta con tre break consecutivi. Un leggero calo di Cecchinato nella terza frazione ha dato respiro a Dkovovic, che si è imposto 6-1, continuando sull’abbrivio fino al 3-0 nella quarta. Quando sembrava tutto rinviato al quinto set, l’azzurro si è risvegliato portandosi sul cinque pari, prima del nuovo tie break. Cancellate due palle set per il serbo, Cecchinato si è procurato tre match point e ha concluso finalmente al quarto sull’11-13, diventando l’ottavo azzurro nella storia a raggiungere la semifinale di uno slam. Per arrivare alla finale dovrà battere giovedì l’austriaco Dominic Thiem, che si è sbarazzato in tre set di Alexander Zverev.

Potrebbe piacerti anche

Partenze dall’estero: il Giro d’Italia fa 13

Parte oggi alle 13,50 – ora di Israele – il Giro d’Italia che, per ....

Mondiali: i precedenti di Brasile-Messico e Belgio-Giappone

Dopo il giro di boa degli ottavi di finale e la più bella giornata ....

Seminfinali Champions League: i precedenti

L’urna di Nyon mette i giallorossi di fronte ai Reds, 34 anni dopo la ....