Conquistala con il linguaggio del corpo

 

Ogni giorno un uomo si sveglia e sa che dovrà combattere per conquistare la sua preda. Il mondo degli appuntamenti è una giungla e basta un piccolo errore per affondare nelle sabbie mobili e mandare in malora un lungo lavoro. Il linguaggio del corpo può cambiare le sorti di un primo appuntamento, perché le parlare è solo uno dei tanti modi che esistono per sedurre una donna. Per fortuna la scienza ci viene in soccorso con alcuni suggerimenti “testati”.

Livello 1: padroni del proprio spazio
Il nostro primo biglietto da visita è l’apparenza. Prima che arrivi la personalità a trarci in salvo, infatti, è il nostro corpo a incantare o respingere. E se in palestra si può lavorare fino allo sfinimento sul fisico scolpito c’è qualcosa che non possiamo cambiare così facilmente: il nostro viso. Secondo la scienza bellezza e simmetria vanno a braccetto, ma per fortuna sono contemplate anche le eccezioni. I visi asimmetrici sono più attraenti quando “l’imperfezione” si trova lontana dalla mediana del volto. Man mano che si avvicina a quel punto, diventa invece fastidiosa. Questo è il motivo per cui un neo che si trova su una guancia risulta più attraente di uno posizionato vicino al naso. Aspetto su cui si può lavorare è invece la postura: le donne danno molta importanza a questa caratteristica. Un uomo padrone del proprio spazio infonde sicurezza, un buon punto di partenza per il prosieguo della serata. La prossima volta che andate a un appuntamento galante ricordatevi quindi che aprire le spalle e tenere la schiena dritta contribuirà ad aumentare il vostro charme.

Livello 2: l’interrogatorio
Arriva il momento in cui dovete rompere il ghiaccio e trovare qualcosa di interessante da dire. Diversi studi dimostrano che al primo approccio le donne detestano i discorsi troppo impegnati, così come quelli eccessivamente frivoli e diretti. Iniziare parlando dell’origine dell’universo o, viceversa, di quanto sexy sia il loro fondoschiena, vi faranno probabilmente andare in bianco. Meglio invece un approccio soft che tocchi argomenti neutri, come le destinazioni preferite per le vacanze o l’ultima canzone del gruppo musicale che piace a entrambi. Partire con calma potrebbe riservarvi sorprese inaspettate.

Livello 3: la giusta distanza
Se non conoscete la persona con cui state parlando, attenzione a non avvicinarvi troppo durante la conversazione: una distanza inferiore alla lunghezza del vostro braccio potrebbe infatti mettere a disagio l’altra persona e impedire alle vostre fantasie di realizzarsi. Probabilmente se siete in una relazione monogama tenderete “spontaneamente” a non avvicinarvi troppo a donne molto attraenti. Merito (o colpa) dell’ossitocina, “l’ormone della fedeltà” che funge da freno e mette almeno 10-15 cm in più tra voi e la donna rispetto a un uomo single.

Livello 4: sguardo magnetico
Se siete troppo timidi per tentare un approccio verbale, ancora una volta la scienza vi fornisce un’ancora di salvezza: lo sguardo. È dimostrato infatti che stabilire un contatto visivo di due minuti con uno sconosciuto del sesso opposto aumenta l’attrazione. Una volta individuata la vostra “preda”, sfoderate quindi tutto il vostro magnetismo. Dopo esservi fatti notare, probabilmente dovrete passare comunque dal livello 2, ma partirete avvantaggiati.

Livello 5: tocco gentile
Sfiorare il braccio o una spalla durante una conversazione aumenta l’intimità, anche tra estranei. Il tocco, che deve essere appena accennato, è anche un modo per capire se l’altra parte è interessata a voi. Nel caso, funziona da vero e proprio interruttore.

  • Mostra Commenti

L indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati *

Commento *

  • name *

  • email *

  • website *

Potrebbe piacerti anche

Abbigliamento nero per far colpo al primo incontro

Rosso e nero. Colori che hanno ispirato o dato il nome a film, libri, ....

Problemi a letto? Ecco i sostituti del Viagra

La disfunzione erettile colpisce il 40% della popolazione maschile e, negli ultimi 20 anni, ....

Sex Games in crescita in Italia

I “Sex Games” – intesi come utilizzo di cosmetici per la coppia, gel, dildo ....