Boom dell’import italiano di tartufo negli Usa

Fotografia: Tartufo, pregiato e ricercato (ANSA)

Il tartufo è uno tra i cibi più pregiati e al tempo stesso più costosi, un’eccellenza alimentare amata da molti – anche se gran parte delle persone non sanno come utilizzarlo – ricercato non solo nel nostro Paese ma anche all’estero.

E’ del 57% l’import italiano di tartufo negli Stati Uniti, che dimostrano una passione per il prodotto nel 2017 pari a quasi 21 milioni di dollari di importazione globale, escludendo i prodotti trasformati a base di tartufo, stimati per un ulteriore 40% di contribuzione.

Il trend di mercato emerge da un’analisi “Urbani Tartufi”, presentata a margine del Fancy Food Show di New York, che accredita il successo commerciale del tartufo nel Paese a stelle e strisce anche per il 2018. Dalla ricerca, condotta dall’azienda alimentare, emerge inoltre una crescita di import italiano, da gennaio ad aprile, di un +25,9%% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Gli analisti ricordano che fino a qualche tempo fa il prodotto più esportato negli Usa era il solo tartufo fresco. Più di recente i consumatori americani sono stati invece conquistati dalle linee più innovative, come la “Truffle Grill”, che inserisce un ingrediente pregiato come il tartufo all’interno delle salse più usate come mostarda, barbecue, curry e chili.

Potrebbe piacerti anche

Caso Facebook-New York Times: la replica di Apple

Guai a parlare di privacy violata in casa Apple o ad accostare la società ....

Audiovisivo: Bruxelles detta nuove regole

Intesa politica a Bruxelles sul settore audiovisivo con regole su contenuti, protezione dei minori ....

Daimler: in arrivo multa miliardaria?

Dopo la notizia del possibile richiamo di 600.000 veicoli, il settimanale tedesco Der Spiegel ....